rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Bimbo morto a Ragusa

Un video "contro" la mamma di Loris: perquisita la casa, agenti prelevano l'altro figlio

Una telecamera di videosorveglianza riprende il piccolo che torna verso casa: sulla macchina di Veronica Panarello - in alcuni frame - c'è solo il fratellino piccolo, non Loris Andrea. La procura fa perquisire casa Stival: gli agenti portano via il fratellino di Loris

RAGUSA - Un video aveva messo in dubbio le sue parole. Un altro video, scovato dai carabinieri tra l'oceano di filmati a disposizione, le contraddice completamente. Solo le otto e un quarto di sabato mattina, il giorno in cui Andrea Loris Stival viene ucciso. Veronica Panarello, venticinque anni, la mamma del bimbo, esce di casa con i due figli. In questo momento, però, succede qualcosa che la donna non avrebbe mai raccontato agli inquirenti, che più di una volta l'hanno sentita come persona informata dei fatti. E che mercoledì hanno perquisito casa della donna, su ordine della procura. Gli agenti, al termine dei controlli in casa Stival, hanno portato con sé il fratellino di Loris. 

LORIS MAI IN AUTO - La svolta alle indagini potrebbe essere arrivata proprio da quel video. La donna sale in macchina con loro e si avvia verso la scuola: qui il piccolo Loris non scende. Pochi minuti dopo - dice la ricostruzione del Corsera - però lo si vede scendere dall'auto della madre proprio sotto casa e avviarsi in direzione del portone. Veronica a quel punto risale in macchina e con il più piccolo si avvia verso la ludoteca dove poi lo lascerà. "Ci sono quindi dei frame che inquadrano Loris mentre si allontana dall’auto della madre ed esce di scena. Ce ne sono altri che mostrano lei che mette in moto e parte soltanto con il più piccolo". "Lui e la madre hanno discusso", rivelano fonti investigative al Corriere della Sera, che ha pubblicato in esclusiva il video. 

LA RICOSTRUZIONE DELLA MAMMA - Queste immagini, mostrate dal Corsera e dal Tg1, sono le uniche nelle quali compare Loris. E, evidentemente, contraddicono la ricostruzione di quella mattina fatta dalla madre ai carabinieri. La donna aveva raccontato di aver lasciato il piccolo davanti scuola, la "Falcone Borsellino", alle 8.30. Ha spiegato di essersi fermata nei pressi della guardia medica, e di aver atteso qualche istante che il bambino si avviasse verso l'istituto prima di accompagnare l’altro bambino in una ludoteca. Le immagini, però, secondo gli inquirenti smentiscono le sue parole e proprio su quelle immagini la donna sarebbe stata interrogata martedì sera. 

"ESITO FAVOREVOLE A BREVE" - Mentre la versione della venticinquenne vacilla sempre ogni ora di più, il generale della Legione carabinieri Sicilia, Giuseppe Governale, promette sviluppi a breve. "Dobbiamo aspettarci che ci siano delle attività che possano trovare un esito favorevole non a lungo termine - ha spiegato - I bambini bisogna sempre rispettarli. Questo è il primo elemento di riferimento per ogni cittadino, per ogni padre, per ogni carabiniere, per tutti", ha concluso. 

VIDEO | Le immagini che smentiscono la mamma: discutono e Loris va via da solo

loris video-3

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un video "contro" la mamma di Loris: perquisita la casa, agenti prelevano l'altro figlio

Today è in caricamento