rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Il caso / Torino

Bimbo di 10 mesi morto per un errore del chirurgo che ha reciso l'aorta

Secondo l'accusa il chirurgo "prestato" da un altro ospedale non sarebbe stato esperto di bambini. L'errore durante un'operazione per correggere una malformazione polmonare

La Procura di Torino ha aperto una indagine sulla morte di un bambino di dieci mesi avvenuta all'ospedale Regina Margherita il 15 aprile 2021. Il bimbo era nato con una malformazione polmonare che doveva essere corretta con una lobectomia, ovvero l'asportazione di una parte del polmone. Ma durante l'operazione per sbaglio sarebbe stata recisa l'aorta. Un errore al quale si tentò di rimediare in seguito con una seconda operazione chirurgica, durante la quale il piccolo paziente morì.

Il chirurgo che eseguì la prima operazione, un professionista "prestato" da un altro noscomio cittadino, il Molinette, secondo l'accusa era esperto di pazienti adulti e non di bambini. Inoltre sarebbero state commesse altre negligenze: il piccolo non sarebbe stato monitorato adeguatamente in sala operatoria tanto che l'emorragia sarebbe stata scoperta dopo ore quando la situazione era ormai compromessa. Ad aggravare la posizione degli indagati il fatto che l’intervento  avrebbe dovuto essere eseguito in un centro specializzato.

Nove medici indagati al Regina Margherita di Torino  

Come riportato dai quotidiani locali sulla vicenda indaga il PM Francesco La Rosa ha aperto un fascicolo di inchiesta per omicidio colposo dopo la denuncia della famiglia del bambino, assistita dall'avvocato Michele Malerba.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimbo di 10 mesi morto per un errore del chirurgo che ha reciso l'aorta

Today è in caricamento