rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
La tragedia / Napoli

Bimbo di due anni annegato, la madre accusata di omicidio volontario

La donna di 40 anni, mamma del piccolo morto a Torre del Greco, è stata posta in stato di fermo dopo essere stata interrogata dai carabinieri

Svolta nel caso del bambino di due anni e mezzo morto annegato ieri sera a Torre del Greco, nel Napoletano. La mamma, 40 anni, è in stato di fermo per omicidio volontario. Il provvedimento al termine di un interrogatorio al quale è stata sottoposta da parte dei carabinieri. 

La donna avrebbe ucciso il piccolo perché convinta che fosse affetto da problemi di ritardo mentale. Un'idea, la sua, che però non aveva alcun riscontro da parte dei medici.

A dare l'allarme, ieri sera, era stato il marito della donna che ne aveva denunciato l'allontanamento. Da qui le ricerche fin quando è stata ritrovata in mare, con il bambino tra le braccia. Nonostante i tentativi di soccorso e rianimazione, per il piccolo non c'è stato nulla da fare. La donna è stata poi condotta in caserma dove è stata interrogata alla presenza del pm che, al termine, ha emesso il decreto di fermo. Dopo le formalità di rito, sarà portata nel carcere femminile di Pozzuoli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimbo di due anni annegato, la madre accusata di omicidio volontario

Today è in caricamento