Lunedì, 26 Luglio 2021
Decisione ribaltata

Annullata la maxi multa dell'Antitrust per Fastweb, TIM, Vodafone e Wind Tre

Per l'Autorità Antitrust, le compagnie telefoniche avevano stretto un’intesa anticoncorrenziale relativamente al repricing effettuato nel ritorno alla fatturazione mensile

Secondo l'autorità garante per la concorrenza i quattro operatori telefonici avrebbero coordinato le proprie strategie commerciali relativamente al passaggio dalla fatturazione quadrisettimanale (28 giorni) a quella mensile, con il mantenimento dell’aumento percentuale dell’8,6%.

Adesso quelle multe da 228 milioni di euro a Fastweb, Tim, Vodafone e WindTre sono state annullate. L'ha deciso il Tar del Lazio con quattro sentenze con le quali ha accolto i ricorsi proposti dalle compagnie telefoniche per contestare il provvedimento con il quale l'11 aprile 2018 l'Autorità confermò le misure cautelari provvisorie adottate il mese prima, fino ad arrivare al provvedimento del 28 gennaio 2020 con il quale fu accertata l'intesa restrittiva e inflitte le sanzioni. 

Infatti per l'Autorità Antitrust, le compagnie telefoniche avevano stretto un’intesa anticoncorrenziale relativamente al repricing effettuato nel ritorno alla fatturazione mensile. Nell’imporre le sanzioni l’Autorità aveva bilanciato la necessità che esse avessero efficacia deterrente rispetto a possibili future condotte concertate tra i suddetti operatori e, d’altro canto, l’esigenza che le stesse non siano ingiustificatamente afflittive.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Annullata la maxi multa dell'Antitrust per Fastweb, TIM, Vodafone e Wind Tre

Today è in caricamento