Domenica, 29 Novembre 2020

Bortuzzo, ridotta la pena agli aggressori del campione di nuoto

I giudici di secondo grado hanno condannato Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano a 14 anni e 8 mesi di carcere contro i 16 inflitti in primo grado. Cade l'accusa di tentato omicidio premeditato nei confronti della fidanzata di Bortuzzo

Pena ridotta in appello per i due responsabili del ferimento del nuotatore Manuel Bortuzzo, rimasto poi paralizzato alle gambe. I giudici di secondo grado hanno condannato Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano a 14 anni e 8 mesi di carcere contro i 16 inflitti in primo grado. Cade l'accusa di tentato omicidio premeditato nei confronti della fidanzata di Bortuzzo.

I due nella notte tra il 2 e il 3 febbraio 2019 a piazza Eschilo, quartiere Axa della Capitale, spararono tre colpi di pistola contro Bortuzzo, che venne colpito alla schiena. La fidanzata Martina Rossi, che si trovava accanto a lui nei pressi di un distributore automatico di sigarette, rimase miracolosamente illesa.

Marinelli e Bazzano, rei confessi, erano stati processati con rito abbreviato.

"Ho sentito Manuel e la sua famiglia e hanno accettato serenamente la decisione dei giudici senza nessun tipo di polemica" spiega l'avvocato Massimo Ciardullo, legale di Manuel Bortuzzo. "Dal canto mio è una sentenza che rispetto ma che non condivido e attendo di leggere le motivazioni. Dobbiamo capire perché sia caduta l'accusa di tentato omicidio premeditato nei confronti della ragazza che era con lui al momento del ferimento".

Nel mio mondo dove nulla mi tocca, dove i pesi diventano piume, dove i sogni possono diventare realtà

Un post condiviso da Manuel Bortuzzo (@manuelmateo_) in data:

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bortuzzo, ridotta la pena agli aggressori del campione di nuoto

Today è in caricamento