rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Il bilancio

Botti di Capodanno, decine di feriti. A Napoli uomo colpito al petto da un proiettile vagante

Molti hanno festeggiato l'arrivo del nuovo anno con petardi e fuochi d'artificio, nonostante i divieti

I divieti non hanno fermato l’utilizzo di molti botti di Capodanno in tutta Italia, scoppiati per festeggiare l’arrivo del 2022. Si segnalano diversi feriti. Un uomo a Taranto ha perso una mano, mentre nell'Ascolano è rimasto gravemente ferito un giovane. A Napoli una persona è stata colpita da un proiettile vagante. Quattordici i feriti in tutta la Campania, tra cui un uomo che ha perso un occhio.

Nella serata del 31 dicembre, un 40enne dello Sri Lanka è stato curato all'ospedale Vecchio Pellegrini di Napoli per una ferita da colpo d'arma da fuoco sulla parte sinistra del petto. L'uomo - cosciente e non in pericolo di vita - ha riferito al personale sanitario che, poco prima, dopo essere uscito dalla propria abitazione che si trova nel quartiere Montecalvario per fumare una sigaretta, ha sentito un forte rumore e avvertito una sensazione di bruciore al petto. Si tratta probabilmente di una ferita da proiettile vagante in ricaduta al suolo.

È di nove feriti tra Napoli e provincia, lo stesso numero dell'anno scorso quando si era registrato un forte calo rispetto agli anni precedenti, il bilancio della notte di Capodanno. Secondo i dati diffusi dalla questura, quattro feriti si sono verificati a Napoli e cinque in provincia. La più grave delle persone ricoverate si trova al Cardarelli: si tratta di una 53enne ferita agli occhi dall'esplosione dei fuochi. È di quattordici feriti in totale il bilancio complessivo della notte di Capodanno in Campania. Dati in netta flessione rispetto a quelli degli anni scorsi. Le conseguenze più gravi per un uomo di Carbonara di Nola, di 47 anni, che ha perso un occhio.

Un uomo, residente al quartiere Tamburi di Taranto, ha subìto gravissime lesioni alla mano destra, frantumata in più parti, per lo scoppio di un petardo difettoso che stava accendendo. L'uomo si è presentato al pronto soccorso dell'ospedale Santissima Annunziata ed è stato visitato in codice rosso. Dopo le prime cure, è stato trasferito d'urgenza con un'ambulanza al Policlinico di Bari, dove si tenta la parziale ricostruzione dell'arto.

E allo scoccare della mezzanotte, un giovane è rimasto ferito dai petardi che, insieme ad alcuni amici, stava facendo esplodere nella piazza di Roccafluvione (Ascoli Piceno) per festeggiare l'arrivo dell'anno nuovo. Il ragazzo ha riportato lesioni importanti ad entrambe le mani che vengono valutate dai sanitari del pronto soccorso dell'ospedale Mazzoni di Ascoli. Non è in pericolo di vita.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botti di Capodanno, decine di feriti. A Napoli uomo colpito al petto da un proiettile vagante

Today è in caricamento