Martedì, 2 Marzo 2021

Per Roberto Burioni il coprifuoco dalle 23 alle 5 in Lombardia è troppo poco

Il virologo ironizza su Twitter: "Il maggior veicolo di contagio sono i metronotte". Per Crisanti invece è la decisione precedente al lockdown

Per Roberto Burioni il coprifuoco dalle 23 alle 5 in Lombardia è una misura troppo blanda e che non fermerà l'epidemia di coronavirus sul territorio. Il virologo ha espresso la sua opinione con un tweet ironico: "Di fronte a numeri drammatici, in Lombardia proposta di coprifuoco dalle 23 alle 5. Perché è provato scientificamente che il maggior veicolo di contagio sono i metronotte".

Per Roberto Burioni il coprifuoco dalle 23 alle 5 in Lombardia è troppo poco

Per Andrea Crisanti, direttore di microbiologia e virologia all'università di Padova che ha parlato ad Agorà su Rai 3, invece si tratta di un tentativo che va fatto prima del lockdown: "Tutte le misure restrittive avranno un effetto sulla trasmissione del virus", quindi il coprifuoco in Lombardia "è un passo che va sicuramente tentato prima di arrivare a una chiusura generalizzata, per evitare un nuovo lockdown".

roberto burioni-5

Non è entusiasta della decisione invece Alberto Zangrillo, che ne ha parlato in un'intervista rilasciata al Corriere della Sera: "Il mio senso civico mi obbliga a obbedire, ma certe terminologie evocano scenari che non vorrei lasciare in eredità ai miei figli". 

Perché il coprifuoco in Lombardia è soltanto l'inizio

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per Roberto Burioni il coprifuoco dalle 23 alle 5 in Lombardia è troppo poco

Today è in caricamento