rotate-mobile
Lunedì, 22 Aprile 2024
Mistero sul litorale / Napoli

Il giallo del cadavere trovato in mare con una corda al collo

Non ha ancora un nome. Notata una ferita al capo. Apparterrebbe a un uomo di età compresa tra i 30 e i 40 anni, ed era in acqua nei pressi della spiaggia denominata "sette scogliere" in località Rovigliano, nella periferia di Torre Annunziata

Giallo a Torre Annunziata, in provincia di Napoli: trovato in mare un cadavere con una corda al collo. La Procura di Torre Annunziata ha aperto un'inchiesta con l'ipotesi di omicidio, ma tutte le piste sono al vaglio degli inquirenti. Il cadavere non ha ancora un nome. Apparterrebbe a un uomo di età compresa tra i 30 e i 40 anni, ed era in acqua nei pressi della spiaggia denominata "sette scogliere" in località Rovigliano, alla periferia della cittadina situata tra il Vesuvio e il mare.

È stato ritrovato con una corda stretta al collo che all'altro capo era legata a una pietra. Aveva anche una profonda ferita alla testa, forse inferta con un martello o uno strumento simile. Il corpo è stato avvistato domenica da alcuni pescatori della zona, e poi recuperato. 

Il cadavere, nonostante fosse in acqua, non risultava ancora in decomposizione. Segno che la morte potrebbe risalire a non molti giorni fa, ma non ci sono certezze di alcun tipo. Senza documenti di riconoscimento, per risalire alla sua identità l'unica pista a disposizione degli inquirenti è rappresentata da un tatuaggio, raffigurante due lettere, che aveva su un braccio. Si sta passando al vaglio anche il database delle persone che risultano al momento scomparse e che sono compatibili con le caratteristiche.

Indagano i carabinieri. Dall'autopsia potrebbero emergere, nei prossimi giorni, elementi utili alle indagini.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il giallo del cadavere trovato in mare con una corda al collo

Today è in caricamento