rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
In primo grado / Verona

I 5 calciatori condannati per violenza sessuale di gruppo

In quattro avrebbero stuprato una studentessa ventenne, mentre il quinto avrebbe filmato tutto con i cellulari, secondo le accuse. Tutti dovranno scontare una pena di sei anni di reclusione

Sono stati condannati a sei anni di reclusione ciascuno, oltre alle interdizioni di legge, i cinque ex calciatori della società Virtus Verona imputati di violenza sessuale di gruppo nei confronti di una studentessa ventenne, che sarebbe avvenuta nel gennaio 2020. La sentenza è stata emessa con rito abbreviato. Prima dell'udienza, i cinque imputati avevano versato una somma a titolo di risarcimento alla giovane, che aveva ritirato la costituzione di parte civile e la querela. Il reato è comunque procedibile d'ufficio.

Gli imputati erano compagni di squadra all'epoca dei fatti, avvenuti nella notte tra il 18 e il 19 gennaio di tre anni fa. La ragazza aveva denunciato di essere stata accompagnata da uno dei giocatori, suo compagno di scuola, in un appartamento dove si trovavano altri quattro calciatori. Qui sarebbe stata fatta ubriacare e poi sottoposta a rapporti sessuali non consenzienti. In sede processuale il pm ha preso atto del risarcimento, ma ha ritenuto che ciò non escludesse la responsabilità penale dei giovani, chiedendo e ottenendo la pena di sei anni per ognuno.

Gli imputati hanno annunciato ricorso in appello. Per gli avvocati difensori, la giovane sarebbe stata lucida e non si sarebbe opposta al rapporto sessuale, che quindi sarebbe stato consensuale. La società scaligera li aveva sospesi e quindi ceduti ad altre squadre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I 5 calciatori condannati per violenza sessuale di gruppo

Today è in caricamento