rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Il malore / Treviso

Il camionista che uccise Davide Rebellin colto da un ictus prima del processo: è gravissimo

Nell'udienza fissata per oggi, 27 maggio, era previsto l'esame delle perizie svolte sul luogo dell'incidente e sul tir. Il 60enne tedesco è ai domiciliari dallo scorso febbraio

Era previsto per oggi, 27 maggio, l'inizio del processo a Wolfgang Rieke, il camionista che il 30 novembre 2022 travolse e uccise il campione di ciclismo Davide Rebellin, ma un malore improvviso ha colto il 63enne poche ore prima dell'udienza dibattimentale. A quanto si apprende, Rieke è stato colto da un ictus ischemico nella serata di domenica 26 maggio ed è attualmente ricoverato all'ospedale Ca' Foscari di treviso in condizioni critiche.

I legali di Rieke hanno presentato istanza di rinvio per legittimo impedimento, accolta dai giudici. Dallo scorso febbraio il camionista si trovava agli arresti domiciliari in provincia di Treviso. A marzo, i giudici del tribunale di Vicenza avevano rigettato la richiesta di patteggiamento presentata dagli avvocati di Rieke, dichiarando quindi aperto il procedimento. Nell'udienza di oggi era previsto l'esame delle varie perizie svolte sul luogo dell'incidente e sul tir condotto dal tedesco.

Davide Rebellin ucciso in strada: cosa ha detto il camionista Wolfgang Rieke che lo ha investito

L'investimento e la fuga: come è morto Davide Rebellin

L'incidente risale al 30 novembre 2022. L'ex campione Rebellin, 51 anni, si stava allenando lungo la strada regionale 11 a Montebello Vicentino, quando è stato travolto da un camion guidato da Wolfgang Rieke. Il mezzo è risultato di proprietà della società di spedizioni del fratello. Secondo quanto accertato, Rieke proveniva da una rotatoria e stava entrando in un parcheggio "non assicurandosi di poter effettuare la manovra senza creare pericolo, omettendo ogni attività comportamentale di perizia, prudenza e diligenza volta al monitoraggio dell'area di intersezione e non utilizzando il sistema di segnalazione luminoso dell'indicatore di direzione destro".

Il campione di ciclismo è morto per una pluralità di gravi traumi e lesioni viscerali ed emorragiche. Il camionista era sceso dal tir e, dopo aver visto il corpo esanome di Rebellin, era risalito a bordo per darsi alla fuga.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il camionista che uccise Davide Rebellin colto da un ictus prima del processo: è gravissimo

Today è in caricamento