Giovedì, 24 Giugno 2021
CRONACA

Alassio, entrano in chiesa col cane: cacciati dal parroco

La storia raccontata da La Stampa: "Questo è un luogo di culto e, come tale, va rispettato - ha detto il sacerdote - Non si tratta di essere cattivo con i cani, ma semmai di educare i loro padroni"

(foto di repertorio)

ALASSIO (SAVONA) - Gilles Jeanguenin, parroco della chiesetta di Sant'Anna ad Alassio, ha allontanato dalla messa due fedeli perché erano entrati in chiesa in compagnia del proprio golden retriever, che se ne stava accucciato sul pavimento accanto ai padroni.

"Più che allontanati, sono stati cacciati in malo modo - protesta una delle fedeli che hanno assistito alla scena - Eppure il cane non stava disturbando nessuno". Un gesto ingiustificato, secondo la testimone che a La Stampa dice: "Ma chi si crede di essere quel parroco per poter decidere chi può seguire o meno la messa? Quella non dovrebbe essere la casa del Signore che accoglie tutti?", chiede indignata.

Dal suo canto, il parroco risponde così alle accuse: "Si tratta di semplici norme di buona educazione. Questo è un luogo di culto e, come tale, va rispettato. Non si tratta di essere cattivo con i cani, ma semmai di educare i loro padroni. Mi pare che anche nei musei e in molti locali pubblici non facciano entrare i quattrozampe. Non vedo cosa ci sia di strano". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alassio, entrano in chiesa col cane: cacciati dal parroco

Today è in caricamento