Mercoledì, 23 Giugno 2021
Caso Sea Watch

Niente processo per Carola Rackete, per la Procura di Agrigento "aveva il dovere di portare i migranti in un porto sicuro"

Accolta la richiesta di archiviazione dell'inchiesta sulla comandante della nave Sea Watch per i fatti del giugno 2019 a Lampedusa, quando nonostante il divieto dell'allora ministro dell'Interno Salvini entrò ugualmente in porto, speronando nella manovra una motovedetta della Guardia di Finanza

La gip di Agrigento Alessandro Vella ha accolto la richiesta della Procura di archiviare l'inchiesta su Carola Rackete, la comandante tedesca della nave Sea Watch arrestata due anni fa per resistenza o violenza contro una nave da guerra.

Il Procuratore Luigi Patronaggio aveva chiesto che Rackete non fosse processata e la gip Vella, la stessa che aveva scarcerato Rackete quando era finita agli arresti, ha accolto tale richiesta, archiviando l'indagine nei confronti della tedesca.

Due anni fa l'ingresso di Rackete nel porto di Lampedusa sulla Sea Watch

Per la Procura di Agrigento, la comandante avrebbe agito per stato di necessità: aveva il "dovere di portare i migranti in un porto sicuro", non potendo più garantire la sicurezza a bordo delle 42 persone soccorse 17 giorni prima e che l'allora ministro dell’Interno Matteo Salvini non voleva far sbarcare. Dopo essere arrivata di notte davanti al porto di Lampedusa, nonostante il divieto dell'allora titolare del Viminale, Rackete invocò lo stato di necessità e ribadì la richiesta di sbarco immediato. Poi, non ottenendo alcuna risposta, decise di forzare il divieto ed entrò in porto. Nella manovra speronò una motovedetta della Guardia di Finanza.

"Con l'archiviazione dell'inchiesta su Carola Rackete il gip di Agrigento ha riconosciuto il dovere di salvare vite umane", è stato il commento dell'avvocato Salvatore Tesoriero, legale della comandante. "Ci siamo adeguati alle indicazioni della Corte di Cassazione che aveva confermato l'annullamento dell'arresto. Pur avendo qualche perplessità sul bilanciamento dei beni giuridici in gioco", ha commentato il procuratore Patronaggio, commentando la decisione della gip.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niente processo per Carola Rackete, per la Procura di Agrigento "aveva il dovere di portare i migranti in un porto sicuro"

Today è in caricamento