Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

"Compra una borsa e vinci uno stage da Carpisa": quando il lavoro diventa un concorso a premi

E' polemica dopo che l'azienda ha messo in palio uno stage di un mese, con rimborso spese da 500 euro e benefit. Il web insorge: "Siete la brutta Italia che nessuno vorrebbe vedere"

Compra una borsa e vinci uno stage in azienda. Succede in Italia, anno di grazia 2017, dove Carpisa ha messo in palio uno stage per "tutti i consumatori finali maggiorenni di età compresa tra i 20 e i 30 anni". C'è tempo fino a domani 6 settembre per tentare la sorte e vincere un contratto di stage della durata di un mese presso l'ufficio marketing & advertising nella sede operativa della società Kuvera spa a Nola, in provincia di Napoli, e "il montepremi complessivo ammonterà a 500 euro, iva esclusa".

Oltre all'acquisto di una borsa da donna della collezione Carpisa 2017/2018, gli aspiranti stagisti dovranno inviare anche il proprio cv insieme a "un elaborato che esponga il proprio progetto di comunicazione per il lancio sul mercato della capsule collection Carpisa firmata da Penepole e Monica Cruz per la collezione primavera/estate 2018, con tanto di definizione dei punti di forza e il messaggio del prodotto; analisi del posizionamento del brand; evidenza degli obiettivi del lancio;definizioni del target di riferimento; definizione del budget; dettaglio delle tattiche ed elenco delle azioni di comunicazione. 

carpisa 1-2

Una volta aperto il portafogli per comprare la borsa (perché bisogna tirare fuori i denari di tasca propria, visto che il regolamento specifica che "non sono validi ai fini della partecipazione al concorso gli acquisti effettuati utilizzando le gift-card regalo")  e presentato il piano di comunicazioni gratis (quando per un lavoro così dettagliato normalmente si viene pagati perché si è già abbastanza formati, magari dopo aver già fatto uno o più stage in altre realtà), lo stagista avrà quindi diritto a un rimborso spese, più l'alloggio nella Foresteria disponsibili per i dipendenti, pranzo alla mensa aziendale dal lunedì al venerdì e alloggi Kuvera per la cena (compreso sabato e domenica). Stagista con benefit per un mese, sì: ma nessuna prospettiva di assunzione nel futuro. 

Inevitabili le reazioni. Sotto i post pubblicati dalla pagina Facebook di Carpisa, sono decine i commenti degli utenti: c'è chi ricorda l'articolo 36 della Costituzione ("Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa"), chi grida "vergogna", chi cerca di fare ironia: "Ho comprato un trolley, per caso basta per un contratto a progetto?". Ma c'è anche chi pensa al povero social media manager che da ore si trova a gestire la protesta in rete ("A proposito, quante borse ha comprato lui/lei?", chiede un utente su Twitter direttamente all'account ufficiale di Carpisa). 

carpisa 2-2

Dopo essere rimasta a lungo silente, sotto il fuoco di fila degli attacchi social, in una nota diffusa dalle agenzie Carpisa si è scusata "per la superficialità con la quale è stato affrontato un tema così delicato come quello del lavoro".

Viva l'Italia, fondata sul lavoro (precario) dove un'azienda con oltre 600 punti vendita e 500 dipendenti afferma di aver fondato il proprio successo "su valori quali il cliente, la passione per la qualità, lo spirito di squadra, il dinamismo, la creatività, la ricerca, lo sviluppo e la competitività" e cerca uno stagista da 500 euro con un concorso a premi chiamato "Mondo Cultura".

carpisa 3-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Compra una borsa e vinci uno stage da Carpisa": quando il lavoro diventa un concorso a premi

Today è in caricamento