rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Insegnamento sbagliato / Roma

Carta del docente per acquistare smartphone e stampanti: nei guai 19 insegnanti

Il Ministero dell’Istruzione ha avviato la procedura di recupero dei soldi pubblici spesi in modo illegittimo

Scoperto dalla Guardia di Finanza di Roma un nuovo illecito sull'utilizzo della Carta del docente, misura di sostegno da 500 euro prevista per l’aggiornamento e la formazione professionale degli insegnanti.

Sulla base dei controlli effetttuati dai finanzieri del Comando Provinciale di Roma tra Artena, Segni, Lariano, Gorga e Colleferro, una ventina di professori utilizzavano la Carta del docente per acquistare beni diversi da quelli consentiti dalla normativa.

Con la complicità di un commerciante di Artena, 19 professori invece di acquistare libri, riviste, biglietti per l’ingresso ai musei, teatri e cinema o pagare corsi professionali, "hanno utilizzato, in tutto o in parte, il bonus di 500 euro" per l’acquisto di smartphone, stampanti, tv e altri prodotti.

Gli insegnanti e l’esercente, per i quali è stato interessato il Ministero dell’Istruzione per l’avvio della procedura di recupero, sono stati verbalizzati in via amministrativa.

La stessa identica scoperta era stata fatta poco più di un mese fa dalla Guardia di Finanza di Catanzaro, individuando irregolarità sull'utilizzo della Carta del docente da parte di 62 insegnanti e un commerciante.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carta del docente per acquistare smartphone e stampanti: nei guai 19 insegnanti

Today è in caricamento