Domenica, 18 Aprile 2021
Immigrazione

Tragico sbarco: sei migranti morti, i corpi sulla spiaggia

Uno sbarco di circa 100 migranti avvenuto all'alba a Catania ha avuto un tragico epilogo. Sei sono morti cercando di raggiungere la riva. Il peschereccio si è arenato a 15 metri dalla riva

CATANIA - Tragedia dell'immigrazione a Catania. Uno sbarco di circa 100 migranti avvenuto all'alba nella città etnea ha avuto un tragico epilogo.

Sei migranti sono morti. I corpi sono uno al fianco dell'altro, sulla spiaggia del lungomare Plaia. Guardia costiera, polizia e carabinieri sono giunti immediatamente sul posto per ricostruire le dinamiche dell'accaduto e prestare soccorso. Le sei vittme sono tutte giovani, una minorenne.

Sono annegati durante il tentativo di raggiungere la riva i sei migranti morti. Il peschereccio con cui erano arrivati si e' arenato a 15 metri dalla riva. La segnalazione, riferiscono le forze dell'ordine, è arrivata alle 6 di questa mattina, e indicava la presenza di un peschereccio di 13-15 metri arenato nello specchio d'acqua antistante il lungomare Plaia di Catania.

VIDEO: IL RACCONTO DELLA CAPITANERIA

A bordo vi erano circa 100 migranti, la cui nazionalità al momento è ancora sconosciuta. Sul peschereccio anche minorenni e alcune donne.

Il giorno dell'anniversario della tragedia di Marcinelle (Belgio), nella quale morirono 262 minatori (tra cui 136 italiani), il capo dello Stato, Giorgio Napolitano, aveva richiamato tutti a una maggiore attenzione sull'integrazione degli immigrati.

Nel porto di Catania si mischiano a tinte forti sensazioni ed emozioni opposte: da una parte il dramma senza fine degli extracomunitari sbarcati con sei morti, dall'altra la spensieratezza di 12.500 croceristi, appena arrivati in città con tre navi da crociera.

APPELLO DELL'IMAM AI GIOVANI AFRICANI: "NON VENITE IN ITALIA"

CATANIA IN LUTTO - Il sindaco di Catania Enzo Bianco ha definito ''un momento di lutto per la nostra citta''' la morte dei sei migranti sulla spiaggia della Plaia. ''L'intera giunta -ha aggiunto- ha lavorato fin dalle prime ore del mattino per fronteggiare la situazione e offrire soluzioni per la sistemazione e l'assistenza dei migranti, monitorando la situazione dei feriti. Personalmente, gia' martedi' prossimo nel Palazzo degli elefanti parlero' anche di questi temi con il nuovo Prefetto di Catania, Maria Guia Federico. Ringraziamo fin d'ora la Prefettura, intervenuta con prontezza ed efficacia, coordinando il lavoro di Protezione civile, Guardia Costiera, Forze dell'Ordine, 118''. ''Deve far riflettere poi - ha evidenziato Bianco - il fatto che, mentre grandi navi da crociera giungevano nel porto facendo sbarcare oltre diecimila turisti, un centinaio di persone a bordo di un barcone cercava di approdare sulle nostre coste con la speranza di una vita migliore". "Cio' significa-ha evidenziato il sindaco- che dobbiamo lavorare perche' Catania, mutata da terra di emigrazione in terra di immigrazione, della pacifica coesistenza tra etnie e religioni. Una Catania capace di accogliere -ha concluso- sia chi giunge per ammirare le bellezze della citta', sia chi, stremato e ferito, approda qui e ha bisogno di solidarieta' umana''

SPECIALE IMMIGRAZIONE
Immigrazione, nuovi sbarchi: morto un bambino
L'Italia accoglie i 102 migranti che Malta ha abbandonato in mare
Tragedia dell'immigrazione: trentuno morti in mare
Emergenza sbarchi: Guardia Costiera salva 400 migranti
Nuovi sbarchi a Lampedusa: "Tre donne morte nella traversata"
Papa Francesco sbarca tra i migranti di Lampedusa
Immigrazione, il sindaco di Lampedusa: "Cambiare la legge Bossi-Fini"



 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragico sbarco: sei migranti morti, i corpi sulla spiaggia

Today è in caricamento