Dal 5 ottobre il certificato di proprietà dell’auto sarà solo digitale

Dal prossimo cinque ottobre sarà la sola carta di circolazione, promossa a documento unico da tenere comunque sempre a bordo del veicolo, a testimoniare anche la proprietà del mezzo

ROMA - Addio al certificato di proprietà dell'auto. Dal 5 ottobre, infatti, sarà rilasciato dal Pra - il Pubblico registro automobilistico - esclusivamente in formato digitale. Da quel giorno solo la carta di circolazione, promossa a documento unico da tenere comunque sempre a bordo del veicolo, testimonierà anche la proprietà del mezzo.

Un sistema che eliminerà i rischi di furti, smarrimenti, deterioramenti e soprattutto falsificazioni. Ogni anno lo smarriscono in media trecentomila persone. Persone che ora si risparmieranno una doppia coda: quella per la denuncia prima e quella per la richiesta del duplicato poi. Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’Automobile Club d’Italia che gestisce il Pra spiega al Corriere della Sera: "Abbiamo smaterializzato e digitalizzato il certificato di proprietà. A tutto vantaggio dei cittadini e delle pubbliche amministrazioni con le quali operiamo ogni giorno. Con questo nostro contributo l’Italia ha un documento in meno, senza più rischio per gli italiani di perderlo o peggio vederselo contraffatto".

Il certificato di proprietà digitale permette da subito la definizione del documento unico per i veicoli, come richiesto dal governo, senza coinvolgere la certezza giuridica della proprietà e con immediati vantaggi economici e di tempo per gli automobilisti, come ad esempio per la sparizione degli onerosi duplicati.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiede il reddito di cittadinanza, ma si "dimentica" di avere un albergo da 800mila euro

  • Medico muore durante il turno di notte: aveva 28 anni

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 12 novembre 2019

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 16 novembre 2019

  • Rompe il finestrino per rubare: nell'auto trova un vero tesoro

  • Tasse, chi rischia di pagare di più con la nuova Imu

Torna su
Today è in caricamento