rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Cronaca Belluno

Prima la chat sexy, poi il ricatto: "Paga o metto il video su Facebook"

Tre giovani del bellunese sono stati adescati sui social network e convinti a spogliarsi davanti alla webcam da una ragazza. Uno dei loro aveva già pagato ma il video è stato diffuso ugualmente

BELLUNO - Sembrava un gioco e invece si è rivelato un incubo: tre giovani si sono ritrovati invischiati in una rete di ricatti dopo aver partecipato a una chat erotica su Skype con una bella ragazza, finché i tre - due agordini e un bellunese tra i 20 e i 30 anni - non hanno denunciato il tutto ai carabinieri. Lo riferisce Il Gazzettino.

I giovani sono stati contattati prima su Facebook, con la richiesta poi di chattare su Skype con la webcam accesa. La ragazza, probabilmente dietro un profilo falso, si spogliava e chiedeva ai ragazzi di fare altrettanto, mentre le immagini venivano registrate a loro insaputa. Poi la richiesta: “Dammi 1500 euro o metto il video su Facebook”. Il denaro doveva essere versato su un conto corrente in Costa d’Avorio.

Uno di loro, un 25 enne di Agordo, ha versato 500 euro ma il video è stato pubblicato ugualmente. Il ragazzo ha confessato tutto alla fidanzata, che lo ha convinto ad andare subito dai carabinieri per la denuncia. I militari del nucleo operativo di Belluno, con l’aiuto degli esperti del settore informatico, stanno indagando sul caso. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima la chat sexy, poi il ricatto: "Paga o metto il video su Facebook"

Today è in caricamento