rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Le indagini

È stato identificato il mittente che ha spedito al Papa la lettera con i proiettili

Si tratta di un uomo già noto alla gendarmeria vaticana. Sul caso sono ancora in corso le indagini

Il mittente della lettera con tre proiettili indirizzata a Papa Francesco, busta intercettata nella notte di lunedì 9 agosto da un dipendente delle Poste nel centro meccanizzato postale di Peschiera Borromeo e sequestrata dai carabinieri, è stato identificato. Si tratterebbe di un uomo già noto ai gendarmi vaticani con cui i detective di Milano si coordineranno per valutarne il gesto.

La busta con i proiettili indirizzata a Papa Francesco

La busta spedita dalla Francia, affrancata con un francobollo d'Oltralpe, è stata posta sotto sequestro per i necessari rilievi tecnici dai carabinieri della compagnia di San Donato che stanno indagando insieme ai detective del nucleo investigativo di Milano sotto la direzione del pubblico ministero di turno della Procura, il sostituto procuratore Alessandra Cerreti. Secondo quanto trapelato, pare che in passato l'uomo abbia spedito altre missive al pontefice. Per il momento, comunque, non è chiaro se l'uomo si trovi in Francia. Sono in corso indagini per localizzarlo.

La busta è stata intercettata durante le fasi di smistamento della corrispondenza estera. La missiva, senza mittente, era indirizzata a "Il Papa - Città del Vaticano - piazza S.Pietro in Roma". All'interno sono stati trovati tre proiettili a pallini di tipo Flobert, calibro 9 millimetri.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È stato identificato il mittente che ha spedito al Papa la lettera con i proiettili

Today è in caricamento