Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca Burkina Faso

Chiara, la giovane missionaria "con 48 ore di vita": salvata con un volo umanitario

La donna, trentenne di Quartu, è tornata in Italia dal Burkina Faso con un volo militare messo a disposizione dalla Farnesina per curarsi da una grave malattia del sangue. Ora è in ospedale a Roma: si riaccende la speranza

Quarantotto ore di tempo per salvare Chiara, la giovane missionaria di trent’anni originaria di Quartu (Cagliari), appartenente alla Comunità missionaria di Villaregia, rimpatriata venerdì in Italia dal Burkina Faso grazie a un volo umanitario richiesto in seguito a condizioni di salute gravissime. Chiara doveva curarsi da una grave malattia del sangue comparsa improvvisamente mentre si trovava all'opera nel suo villaggio.

La telefonata arriva il 21 luglio, in serata. Da quel momento inizia la mobilitazione di numerose persone, oltre a una catena di preghiere impressionante. Si attiva subito l’unità di crisi della Farnesina che si mette immediatamente in contatto con l’Ambasciata ad Abidjan, in Costa d’Avorio. Immediata anche la reazione del ministro degli Esteri Angelino Alfano che si è speso in prima persona per seguire con attenzione il caso. I missionari, sia in Italia che in Burkina Faso, si attivano anche a livello medico. Grazie alla pressione della Farnesina, Chiara viene sottoposta a trasfusioni di sangue per stabilizzare la situazione. Supera la notte e i valori cominciano leggermente a risalire. Ma le sue condizioni restano critiche.

Iniziano le pratiche burocratiche per procedere con estrema rapidità all'organizzazione di un volo umanitario per rimpatriarla. L’emoglobina torna a valori quasi normali, gli esami infettivologici risultano negativi, l’Ospedale Tor Vergata di Roma offre la disponibilità per accogliere la missionaria e curarla. Nell’arco di pochissimi giorni arriva l’ok per il volo umanitario.

Venerdì 28 luglio, una settimana dopo l’allarme, un Falcon 50 del 31esimo stormo dell’Aeronautica Militare parte da Ciampino (il reparto è ogni giorno in prima linea per i trasporti sanitari di urgenza al servizio della collettività, su richiesta di ospedali e prefetture) per arrivare a Ouagadougou, in Burkina Faso, e ripartire dopo poche ore per arrivare in serata a Roma. Immediato il trasferimento della giovane missionaria a Tor Vergata, dove verrà assistita e curata. Si riaccende la speranza, Chiara può tornare a sorridere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiara, la giovane missionaria "con 48 ore di vita": salvata con un volo umanitario
Today è in caricamento