Giovedì, 15 Aprile 2021
Italia

Gran Sasso, conto alla rovescia per la chiusura del traforo

L'autostrada A24 chiude nel tratto fra Assergi e Colledara-San Gabriele, in entrambe le direzioni, a partire dalla mezzanotte del 19 maggio prossimo. Ecco le strade alternative

Il traforo del Gran Sasso sull'A24 chiuderà "a tempo indeterminato" da domenica 19 maggio. La conferma arriva dalla concessionaria autostradale Strada dei Parchi Spa: si va avanti con l'intento di chiudere il traforo nel tratto fra Assergi e Colledara-San Gabriele, in entrambe le direzioni, a partire dalla mezzanotte del 19 maggio prossimo.

L'accesso ai Laboratori nazionali del Gran Sasso dell'Infn viene garantito a condizione dell'impiego di auto elettriche.

Inoltre va ricordato che sulla stessa autostrada -per urgenti attività di monitoraggio e verifiche tecniche- dal 15 al 17 maggio sarà disposto sulla carreggiata in direzione Teramo il divieto di transito ai pullman ed ai mezzi pesanti con massa a pieno carico superiore a 3,5 t tra gli Svincoli di L’Aquila Est e Colledara/San Gabriele.

Gran Sasso chiuso: gli itinerari alternativi

A tale proposito la società ha presentato un piano in una riunione svoltasi ieri in Prefettura a Teramo, presenti tutti gli enti e i soggetti coinvolti. Il piano prevede l'utilizzo della viabilità ordinaria, vale a dire la Ss 80 con il Passo delle Capannelle.

A24, chiude il Gran Sasso

La chiusura della galleria del Gran Sasso è stata decisa dalla società concessionaria per evitare di incorrere in ulteriori contestazioni correlate a presunti pericoli di inquinamento delle acque di superficie

Tutto nasce da un'inchiesta della Procura di Teramo che ha coinvolto Strada dei Parchi così come l'Istituto nazionale di fisica nucelare e Ruzzo Reti Spa, società che gestisce il servizio idrico integrato per 39 dei 40 comuni dell’Ente d’ambito Teramano. 

Strada dei parchi: "Il governo ci ha detto di star fermi"

"La Strada dei Parchi non ha il potere di intervenire nella situazione che c'è e che richiederebbe l'impermiabilizzazione della galleria con una spesa che si aggira intorno ai 170 milioni di euro". Lo spiega in un'intervista al Giornale Radio Rai, Mauro Fabris, vicepresidente Strada dei Parchi su chiusura del traforo del Gran Sasso il 19 maggio.

"Il ministero delle Infrastrutture ci ha risposto che noi non dobbiamo intervenire quindi il governo ha detto che Strada dei Parchi non ha la competenza. Serve un commissario di Governo come previsto dallo sblocca cantieri. Noi siamo rinviati a giudizio, c'è rischio di ulteriori pregiudizi nel'azione penale avviata contro di noi: essendo impossibilitati a muoverci, abbiamo dovuto prendere l'unico provvedimento possibile e cioè chiudere la galleria per evitare nuove accuse".

Sul Commissario governativo Fabris aggiunge: "E' previsto dallo sblocca cantieri, decreto che sarà convertito in legge a giugno. Commissario che a oggi non ha risorse nè i poteri per gestire il traffico della galleria dove c'e' il laboratorio del Gran Sasso, anch'esso proprietà dello Stato. Non si può chiedere alla concessionaria di rischiare penalmente ancora una volta e lasciare che lo Stato proprietario non intervenga".

Sulla minaccia di una revoca della concessione Fabris risponde: "Non c'è nessuna minaccia in questo senso perchè il Governo, il Mit ci ha scritto all'inizio di aprile dicendo che noi non dobbiamo intervenire in questa vicenda quindi sono solo notizie giornalistiche prive di fondamento perchè il ministero delle Infrastrutture ci ha scritto che non tocca a noi intervenire. Sarebbe singolare se ora ci revocasse la concessione".

"Strada dei Parchi non può quindi proporre nessuna soluzione alternativa al traforo perché siamo stati interdetti a compiere qualsiasi azione e al tempo stesso siamo stati rinviati a giudizio -continua Fabris-. Non si può chiedere ad una società di rischiare ulteriormente dal punto di vista penale laddove chi ne è titolare cioè lo Stato non interviene. Lunedì siamo convocati al Mit ma all'ordine del giorno non c'e' il Gran Sasso ma immagino che se ne parlerà. A oggi il governo non ci ha dato nessuna disposizione se non quella di stare fermi nel senso di non prendere alcun intervento. Noi abbiamo scritto: 'guardate che dobbiamo chiudere', il Governo non ci ha detto nulla in contrario".

Le gallerie del traforo del Gran Sasso

Il Traforo del Gran Sasso consiste in due tunnel paralleli lunghi più di dieci chilometri, e da una terza galleria dei servizi sul lato Teramo di 2628 metri. Inoltre sul fornice ovest del Traforo è collocato l’accesso ai laboratori sotterranei dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, tra i laboratori sotterranei più grandi e importanti al mondo.

La Galleria del Gran Sasso attraversa la montagna più alta dell'appennino ad una quota di 973 metri sul livello del mare. Chi vi passa rimane catturato dalla bellezza e dall'imponenza del massiccio con i 2912 metri del Corno Grande che sormonta il traforo.

Chiusura del Gran Sasso, strade alternative

Con la chiusura del Traforo del Gran Sasso resterebbero inoltre molte le incognite per identificare itinerari alternativi lungo la dorsale appenninica.

Per il traffico proveniente da Teramo e diretto verso L'Aquila/A25/Roma dallo svincolo di San Gabriele/Colledara i veicolo dovranno proseguire sulla statale 80 per il Valico delle Capannelle. Considerate le limitazioni della strada provinciale, tra la statale 80 e Assergi, si consiglia di proseguire sulla statale 80 e rientrare in autostrada allo svincolo dell'Aquila Ovest. In alternativa, da Teramo, e per le lunghe percorrenze con provenienza dall'autostrada A14, si consiglia di percorrere l'autostrada A25.

Per i veicoli provenienti da L'Aquila/A25/Roma verso Teramo con l’uscita obbligatoria allo svincolo di Assergi si consiglia di uscire allo svincolo dell’Aquila Ovest e di usufruire della strada statale 80 per il Valico delle Capannelle. In alternativa, per le lunghe percorrenze, Strada dei Parchi consiglia di usufruire dell’autostrada A25 per proseguire sull’A14.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gran Sasso, conto alla rovescia per la chiusura del traforo

Today è in caricamento