Lunedì, 10 Maggio 2021
Voglia di normalità / Milano

Il cinema che riapre alle 6 del mattino: persone in coda per vedere il film all'alba

Sold out al cinema Beltrade di Milano che oggi ha riaperto le proprie porte al pubblico. Coprifuoco permettendo, l'uscita graduale dal lockdown coinvolge anche i lavoratori dello spettacolo

La sala del cinema Beltrade di Milano all'alba di lunedì 26 aprile

Le persone in fila all'alba per vedere un film al cinema danno il senso della voglia di normalità nel primo giorno di riaperture, secondo quanto stabilito dall'ultimo decreto legge del governo. Siamo a Milano, dove il Beltrade, storica sala cittadina, ha deciso di festeggiare a proprio modo la riapertura nel giorno in cui la regione Lombardia si è risvegliata in zona gialla. Il cinema di via Nino Oxilia ha deciso di trasmettere alle 6 "Caro Diario" di Nanni Moretti e la risposta del pubblico è stata da sogno. Già dalle 5, ora in cui è terminato il coprifuoco, fuori dal cinema si sono presentati i primi clienti, che sono poi diventati un'ottantina, tra chi aveva prenotato e chi ha sperato di trovare un biglietto all'ultimo minuto. 

Il primo spettacolo post chiusura è andato così sold out, per la gioia dei gestori del cinema e degli appassionati. "Non vedevamo l'ora di reincontrarci per vederci con voi un film, possibilmente bello, ma ci avete sorpreso regalandoci un'alba che non dimenticheremo", hanno confessato i titolari del Beltrade dalla loro pagina Facebook, riservando un "grazie gigante" ai loro clienti, "belli e pure folli". "Un grazie immenso a Nanni Moretti e a tutte le persone capaci di farci sognare regalandoci dei film belli. Faremo di tutto - è la promessa del cinema - per accoglierli e proiettarli nel miglior modo di cui siamo capaci".

La riapertura del cinema in un orario decisamente insolito era stata decisa proprio per tenere fede a un'altra promessa fatta agli "amici". "Il Beltrade apre il prima possibile, ma per davvero", avevano ironizzato dalla sala nei giorni scorsi, in vista del sicuro passaggio in zona gialla, annunciando la maratona di film che si terrà lunedì dalle 6 - proprio con Nanni Moretti - fino alle 21. E il ritorno "prima possibile" alla normalità per il Beltrade è stato decisamente da film.

Le nuove regole per i cinema

Coprifuoco permettendo, l'uscita graduale dal lockdown coinvolge anche i lavoratori dello spettacolo. Da lunedì 26 aprile possono riaprire al pubblico cinema, teatri, sale concerto e live club, ma solo nelle regioni in zona gialla. Ci sono regole precise. È necessario che ci siano posti a sedere preassegnati e una distanza di almeno un metro l'uno dall'altro. La capienza massima consentita è del 50% di quella massima autorizzata e comunque non superiore a 500 spettatori al chiuso e mille all'aperto. Le cose potrebbero poi cambiare in seguito a dati, si spera, ulteriormente positivi sul contagio. Se i dati epidemiologici lo permetteranno, si potrà autorizzare la presenza anche di un numero maggiore di spettatori, nel rispetto delle indicazioni del Comitato tecnico scientifico e delle linee guida.
 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cinema che riapre alle 6 del mattino: persone in coda per vedere il film all'alba

Today è in caricamento