rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Cronaca Roma

Neofascisti al Circo Massimo: bombe carta e bottiglie contro forze dell'ordine e giornalisti

A scatenare il tutto una rissa tra due leader di estrema destra, scrive RomaToday. Poi le tentate aggressioni contro cronisti e forze dell'ordine

Momenti di alta tensione a Roma, al Circo Massimo, durante il raduno di ultrà e neofascisti di oggi. I manifestanti si sono scagliati contro giornalisti e forze dell'ordine, con cariche e lanci di bombe carta e bottiglie di vetro.

A dare man forte ai colleghi già schierati in via dei Cerchi secondo quanto predisposto dal piano sicurezza della Questura, altri agenti in tenuta anti sommossa che hanno riportato la calma. Il sit-in è stato indetto da Forza Nuova, movimento di estrema destra, e dal gruppo "I ragazzi d'Italia" che lo hanno lanciato sulla pagina Facebook "Dalle curve alle piazze". Numerosi i gruppi delle frange estreme di destra che hanno dato la loro adesione all'iniziativa.

A scatenare il tutto - riporta RomaToday - sarebbe stata una rissa tra il leader di Forza Nuova Giuliano Castellino e l'esponente di estrema destra Simone Carabella. Quest'ultimo stava rilasciando un'intervista ad alcuni giornalisti, evidentemente poco gradita data la reazione immediata di Castellino, che lo avrebbe interrotto allontanandolo di peso. L'episodio ha poi scatenato i manifestanti contro operatori tv e cronisti, al grido di "giornalista terrorista". Ripristinata una parvenza d'ordine, il raduno si è poi spostato all'interno del perimetro del Circo Massimo.

Nei giorni scorsi, l'Associazione nazionale partigiani italiani (Anpi) di Roma con una lettera al Prefetto ed al Questore di Roma aveva chiesto "che venga impedita una manifestazione pericolosa ed eversiva e che si applichino nei confronti di tali gruppi neofascisti il dettato costituzionale e le leggi della Repubblica". 

Qui tutti gli aggiornamenti sulla notizia  
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Neofascisti al Circo Massimo: bombe carta e bottiglie contro forze dell'ordine e giornalisti

Today è in caricamento