Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Omicidi

Morte Ciro Esposito, Daniele De Santis condannato a 26 anni

La decisione dei giudici della Corte di Assise dopo quattro ore di camera di consiglio. Presenti in aula i genitori del tifoso azzurro ucciso. La mamma: "Pena giusta, l'ho perdonato"

Dopo quattro ore di camera di consiglio i giudici del Tribunale di Roma hanno emesso la sentenza sul caso di Ciro Esposito, il tifoso del Napoli ferito prima della finale di Coppa Italia del 3 maggio 2014 e morto dopo 56 giorni di agonia al Policlinico Gemelli.

L'unico imputato per l'omicidio, l'ultras della Roma, Daniele De Santis, è stato condannato a 26 anni di detenzione. I pubblici ministeri Eugenio Albamonte e Antonino Di Maio nelle scorse udienze avevano chiesto l'ergastolo. Per la famiglia Esposito è stato disposto anche un primo risarcimento da 140mila euro. Condannati per lesioni anche i due tifosi napoletani Gennaro Fioretti e Alfonso  Esposito, entrambi a otto mesi ciascuno, pena sospesa. 

In aula, assistiti dall'avvocato Angelo Pisani, la madre del giovane di Scampia ucciso, Antonella Leardi, e suo padre Giovanni. "La pena inflitta è congrua e giusta, per De Santis non provo odio perchè l'ho perdonato", ha detto la mamma Antonella dopo la lettura della sentenza.

Anche questa volta De Santis si è presentato in aula in barella. I pm hanno rinunciato alle repliche e rapidamente i giudici si sono riuniti in camera di consiglio.

"Una sentenza esemplare, questo si aspetta non solo la famiglia di Ciro ma anche tutto il mondo ancora sano del calcio italiano - ha dichiarato poco prima del verdetto l'avvocato di parte civile Angelo Pisani - Quanto sta ulteriormente emergendo in queste ore sul mondo del calcio mostra ancora una volta il quadro di uno sport avvelenato, inquinato, sporco".

"Rendendo giustizia a un innocente come Ciro Esposito, che quella tragica mattina sacrificò la propria vita per mettere in salvo donne e bambini dalla violenza ultrà - ha proseguito Pisani - lo Stato italiano darà un segnale decisivo per fermare o quanto meno arginare questa barbarie, dentro e fuori gli stadi. Attendiamo il verdetto come un passo importante verso la verità perché resta da indagare sui complici mascherati di De Santis, fuggiti dopo l’assalto e su tutte le altre responsabilità di quella giornata, anche per il giusto risarcimento che si deve alla famiglia Esposito".

Su NapoliToday tutti gli aggiornamenti sulla morte di Ciro Esposito

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte Ciro Esposito, Daniele De Santis condannato a 26 anni

Today è in caricamento