Domenica, 11 Aprile 2021
Milano

Cocaina nel caffè, sorpresa in aeroporto: era per il boss del cinema

La scoperta della Guardia di Finanza a Malpensa: i chicchi, arrivati dalla Colombia, erano stati svuotati e riempiti con la sostanza stupefacente. Arrestato il destinatario, un 50enne di Firenze

La cocaina nei chicchi di caffè trovata a Malpensa (FOTO ANSA)

Traffico di cocaina dalla Colombia attraverso i chicchi di caffè. E' la scoperta fatta all'aeroporto di Milano-Malpensa dalla Guardia di Finanza, che ha individuato la sostanza stupefacente all'interno di una spedizione proveniente dal Sudamerica.

Ad insospettire gli agenti delle Fiamme Gialle non soltanto il Paese di provenienza del pacco, ma soprattutto il nome del destinatario. La spedizione sarebbe infatti dovuta arrivare a Firenze a tale Santino D'Antonio, che in realtà è il boss mafioso del film "John Wick capitolo 2", interpretato dall'attore italiano Riccardo Scamarcio.

All'interno vi erano tre buste di caffè colombiano, ma tra i chicchi di caffè erano mischiati oltre 500 chicchi richiusi con nastro adesivo: una volta tolto il nastro, i chicchi sono risultati completamente svuotati e riempiti di cocaina pura per 130 grammi. Si è quindi stabilito di effettuare una consegna controllata nella provincia di Firenze con l'unità cinofila locale. Ad un certo punto i militari hanno notato un uomo arrivare in bicicletta dal tabaccaio e ritirare il pacco.

L'uomo è stato quindi arrestato. Si tratta di un cinquantenne con precedenti per droga, formalmente chef ma di fatto disoccupato. Particolarità non da poco: è iscritto all'Aire (Anagrafe italiani residenti all'estero) proprio nella città colombiana di Medellin.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cocaina nel caffè, sorpresa in aeroporto: era per il boss del cinema

Today è in caricamento