Giovedì, 25 Febbraio 2021
Terni

A 66 anni coltiva la marijuana per il figlio: "Così non la compra dagli spacciatori"

Un uomo di 66 anni di Terni è finito agli arresti domiciliari per detenzione ai fini di spaccio: ''Così evita di andare da persone poco raccomandabili''

Foto di repertorio

''Coltivo la marijuana per mio figlio, così evito che vada a comprarla da persone poco raccomandabili'': si è giustificato così un uomo di 66 anni di Terni, che deteneva nel suo appartamento una serie di piante e 1,2 chili complessivi di stupefacente. Il 66enne, incensurato, è padre di un ragazzo di 28 anni già segnalato alla prefettura come consumatore. Il giovane è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio, mentre il padre è stato posto agli arresti domiciliari.

L'uomo è stato individuato dai carabinieri di Terni durante un'indagine volta a scovare coltivazioni di marijuana nelle campagne nei dintorni del capoluogo. Durante la perquisizione nell'appartamento del 66enne sono state trovate le piante e la marijuana pronta per essere consumata.

Davanti ai militari l'uomo si è giustificato dicendo che lo faceva per il figlio, che in questo modo non era costretto a rivolgersi agli spacciatori. Nella casa sono state trovate diverse piante in fase di essiccazione, e alcune già sistemate in dei barattoli di vetro. In giardino è stata invece trovata una pianta di oltre due metri, residuo della coltivazione estiva.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A 66 anni coltiva la marijuana per il figlio: "Così non la compra dagli spacciatori"

Today è in caricamento