rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Droghe

Niente carcere per chi coltiva marijuana

Approvato in commissione Giustizia un emendamento al provvedimento sulle pene non detentive a firma di Giuseppe Lumia: multa ma niente carcere per chi coltiva "erba"

La Commissione Giustizia del Senato ha depenalizzato il reato di chi viola le regole per la coltivazione della Cannabis

E' stato approvato infatti un emendamento al provvedimento sulle "pene non detentive" a firma di Giuseppe Lumia che riduce in illecito amministrativo la violazione delle prescrizioni per la coltivazione della marijuana.

Chi sarà sorpreso a coltivare "erba" sarà passibile di una multa ma non correrà più il rischio di finire in carcere.

La proposta di modifica di Lumia punta a cancellare la parte dell'articolo 28 (2 comma) del testo unico sugli stupefacenti che recita: "Chiunque non osserva le prescrizioni e le garanzie cui l' autorizzazione è subordinata, è punito, salvo che il fatto costituisca reato più grave, con l'arresto sino ad un anno o con l'ammenda". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niente carcere per chi coltiva marijuana

Today è in caricamento