Venerdì, 25 Giugno 2021
CRONACA

I consigli contro i furti estivi nelle abitazioni

Nel periodo estivo le case diventano facile preda dei ladri. Ecco i consigli dell'Associazione delle imprese di vigilanza e servizi fiduciari per evitare sorprese sgradite

ROMA - Ogni anno in Italia vengono denunciati oltre 1,5 milioni di furti. Ben 250mila avvengono nelle abitazioni, che nel periodo estivo diventano facile preda dei ladri. In vista dell'esodo di agosto, l'Assiv Confindustria - l'Associazione delle imprese di vigilanza e servizi fiduciari - rinnova i consigli per chi parte in vacanza e non vuole ritrovare svaligiata la propria casa.

ECCO I CONSIGLI - Secondo l'Assiv, in primo luogo è bene evitare di far sapere pubblicamente il periodo e la durata della vacanza, quindi continuare ad usare la formula generica "in questo momento non possiamo rispondere" nella segreteria telefonica e poi fare attenzione a non diffondere post sui social network con informazioni dettagliate sulle proprie vacanze. Se si sta via a lungo, è meglio non far accumulare la posta nella cassetta chiedendo a un vicino di ritirarla. Attivare un servizio di pronto intervento su allarme che faccia arrivare sul posto una guardia giurata armata, evitando di far correre il rischio di incontri sgraditi a parenti o amici incaricati di intervenire in caso di allarme. Come misura estrema, in assenza di efficaci misure antintrusione, è consigliabile fare un elenco e fotografare gli oggetti di valore, in particolare preziosi e opere d'arte, per avere più probabilità, in caso di furto, di ritrovarli fra le refurtive eventualmente recuperate dalle forze dell`ordine.

FURTI DI OPERE D'ARTE - Secondo i dati elaborati dall'Osservatorio Assiv sulla vigilanza privata, i furti di opere d'arte e materiale archeologico denunciati nella più recente rilevazione annuale del 2013 sono stati circa seicento, la maggior parte dei quali avvenuti proprio nelle abitazioni di collezionisti privati (40%) e nelle chiese periferiche (44%), mentre i furti nei siti dotati di vigilanza e sistemi di sicurezza, come musei e sedi di enti pubblici e privati, sono il 16%. Le regioni con il maggior numero di furti di opere e oggetti artistici sono Lazio e Lombardia che contano rispettivamente il 13,5% e il 12,8% dei casi denunciati, seguite da Campania e Toscana al 9% e da Emilia Romagna al 7,8%. Nessuna regione è però immune dai furti di opere d`arte, che sono distribuiti in modo decrescente fino a Valle d'Aosta e Molise le ultime in classifica con un caso a testa. Fra le province al primo posto c`è Roma con il 10,6% dei casi denunciati, poi Napoli con il 5,6%, Milano con il 4,3%, Torino 4% e Bologna 2,8%.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I consigli contro i furti estivi nelle abitazioni

Today è in caricamento