rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Cronaca

Berlusconi in terapia intensiva, il fratello Paolo: "E' già lucido e sveglio"

Il medico personale del leader di Forza Italia Alberto Zangrillo: "Ha passato una notte tranquilla secondo le attese". "E' il solito combattente", dice il fratello Paolo

Dopo l'intervento a cuore aperto di ieri, Silvio Berlusconi "ha passato una notte assolutamente tranquilla e tutto procede secondo le attese". Lo ha detto stamattina all'Ansa Alberto Zangrillo, direttore dell'Anestesia e Rianimazione presso l'Ospedale San Raffaele di Milano e medico personale del leader di Forza Italia.

L'ex premier è ancora sedato, dopo che i cardiochirirghi hanno sostituito la sua valvola aortica malfunzionante. "Tutte la altre informazioni del caso - ha spiegato Zangrillo - saranno diffuse nella conferenza stampa che terremo oggi pomeriggio". "Ho parlato con lui: tutto bene, è sveglio e lucido. Di spirito è come un uomo che è stato operato. Qualche dolore ce l'ha, ma è il solito combattente". Lo ha detto Paolo Berlusconi, giunto all'ospedale San Raffaele di Milano per sincerarsi delle condizioni del fratello.

Ieri, dopo l'operazione al cuore, il medico ha dichiarato che Berlusconi sarà "monitorato per 48 ore in terapia intensiva. Ora ci vuole cautela, attesa e pazienza". In seguito il numero uno di Forza Italia resterà una settimana in una stanza al sesto piano del settore D del San Raffaele. Poi dovrà sottoporsi, probabilmente da casa, a un mese di riabilitazione, tipica per i pazienti che hanno subito un intervento al cuore.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Berlusconi in terapia intensiva, il fratello Paolo: "E' già lucido e sveglio"

Today è in caricamento