Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

A tu per tu con Schumacher: "Io, seduto di fronte a lui, gli tenevo le mani"

Padre Georg, braccio destro di Papa Francesco, racconta oggi il suo incontro con Michael Schumacher: "La sua faccia resta quella che tutti noi conosciamo. Sua moglie è l'anima della famiglia"

Nell'immagine di archivio del primo novembre del 2005, Michael Schumacher con sua moglie Corinna a Madonna di Campiglio (Trento). ANSA/ARCHIVIO /COC

"Ero seduto di fronte a lui, gli tenevo entrambe le mani e lo guardavo. La sua faccia resta quella che tutti noi conosciamo, solo un po' più piena". L'arcivescovo e prefetto della Casa Pontificia, Georg Ganswein, racconta oggi il suo incontro avvenuto nell'estate del 2016 con Michael Schumacher, sette volte campione del mondo di Formula Uno, finito in coma in seguito ad un incidente sciistico avvenuto il 29 dicembre 2013 a Meribel. L'ex ferrarista compirà 50 anni il 3 gennaio 2019. Padre Georg ha ricordato, senza rivelare troppi dettagli per rispetto di Corinna e dei figli, quanto accaduto nel corso dell'incontro. 

Come sta Schumacher

L'arcivescovo ha sottolineato il ruolo cruciale della famiglia del campione, della moglie Corinna e dei figli Mick e Gina. "Sente l'amore delle persone intorno a lui, che si prendono cura di lui e grazie a Dio lo tengono lontano dall'eccessiva curiosità della gente -aggiunge Padre Georg, secondo quanto riporta la 'Bild'-. Una persona malata ha bisogno di discrezione e comprensione. La famiglia è un nido protettivo di cui Michael ha assolutamente bisogno. Sentirli vicino è fondamentale. Sua moglie è l'anima della famiglia. In questo periodo natalizio, prego spesso per Michael e la sua famiglia".

La moglie del campione, 49enne sposata da 23 anni con Schumacher, aveva definito suo marito "un combattente che non mollerà". Parole dalle quali sembra trasparire fiducia sulle condizioni di Schumacher. Le dichiarazioni arrivano da una lettera privata inviata dalla donna al musicista tedesco Sascha Herchenbach, che ha composto una canzone per Schumacher dal titolo "Born to Fight", ovvero "nato per combattere". Una lettera scritta a mano, ha raccontato lo stesso Herchenbach al magazine tedesco Bunte. Corinna ha particolarmente gradito il regalo e ha deciso di scrivere all'artista una lettera, diffusa da tutti i tabloid internazionali: "Vorrei ringraziarti sinceramente per il tuo messaggio e il bel regalo che ci aiuterà in questo momento difficile. È bello ricevere così tanti auguri gentili e parole piene di buone intenzioni, che sono di grande supporto per la nostra famiglia. Sappiamo tutti che Michael è un guerriero e non mollerà". Sascha Herchenbach ha dichiarato di non aspettarsi una risposta e che la canzone è stata scritta nel 2014, un anno dopo l'incidente.

Schumacher, la moglie Corinna rompe il silenzio sulle sue condizioni in una lettera

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A tu per tu con Schumacher: "Io, seduto di fronte a lui, gli tenevo le mani"

Today è in caricamento