rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Il caso / Torino

Torino, in Comune 500 dipendenti over 50 senza vaccino: dal 15 febbraio verranno sospesi

Il 6,7% dei lavoratori comunali non risulta immunizzato. Da metà mese per entrare in sede servirà il green pass rafforzato

Sono circa 500 i dipendenti over 50 del comune di Torino che rischiano la sospensione se non si vaccineranno a brevissimo. A confermarlo è stato il sindaco Stefano Lo Russo, il quale ha ribadito che l'amministrazione torinese si adeguerà a quel che prevedono le norme nazionali. 

Si tratta del 6,7% della platea complessiva dei dipendenti comunali che sono 7.400. Chi però non ha ancora fatto il vaccino avrà tempo ancora qualche giorno per mettersi in regola. Dal 15 febbraio però non ci saranno più scusanti: chi non ha il green pass rafforzato non potrà presentarsi al lavoro.  

"Come ha detto la vicesindaca Favaro il Comune applica la norma", ha spiegato Lo Russo. "Una norma che ha anche una funzione deterrente e non certo punitiva. Serve a garantire la sicurezza delle persone all'interno degli uffici comunali. Noi auspichiamo che gradualmente le persone, che non è detto che siano ideologicamente contro i vaccini, possano convicersi a vaccinarsi".

Da qui la diretta conseguenza: "Il Comune di Torino applicherà la norma e i dipendenti che, nonostante questo atteggiamento che mi sembra comunque positivo, decideranno di non vaccinarsi avranno le sanzioni previste dal decreto", ha concluso Lo Russo. 

(Servizio video di Gioele Urso, redazione di TorinoToday)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino, in Comune 500 dipendenti over 50 senza vaccino: dal 15 febbraio verranno sospesi

Today è in caricamento