Sabato, 25 Settembre 2021
CRONACA

Dal Giglio a Genova: l'ultimo viaggio della Concordia

Dopo novecento giorni, la Costa Concordia naufragata il 13 gennaio 2012 lascia l'isola del Giglio e inizia il suo ultimo viaggio con destinazione Genova. "Solo all'arrivo canteremo vittoria"

ROMA - La "Blue Peter", la bandiera che in gergo marinaro significa 'nave pronta a partire', è stata issata sulla parte più alta del relitto. Il capo della Protezione civile Gabrielli e il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti hanno gettato in mare alcuni mazzi di fiori in ricordo delle vittime. Le sirene dei rimorchiatori e delle barche presenti in mare hanno salutato la nave. Per l'ultima volta.

Dall'isola del Giglio con destinazione Genova, dove verrà smantellata nei cantieri del porto: inizia oggi l'ultimo viaggio della Costa Concordia (guarda il video), la nave da crociera naufragata novecento giorni fa - era il 13 gennaio del 2012 - causando la morte di trentadue passeggeri (trentatré contando Israel Moreno, il sub morto nel gigantesco cantiere sottomarino).

L'ultimo viaggio della nave è stato finalmente autorizzato dopo il completamento delle operazioni di rigalleggiamento dello scafo. "Oggi mettiamo un punto ma il traguardo lo vedremo solo a Genova", ha detto Franco Gabrielli commentando l'inizio delle operazioni per la partenza. "Per il parbuckling avevo detto che avevamo vinto il gran premio della montagna più difficile - ha sottolineato - oggi siamo davanti alla scritta 'ultimo chilometro' e dobbiamo ancora percorrerlo. Solo quando saremo a Genova canteremo vittoria. Credo comunque che questa operazione sia anche uno spot per il Paese".

Il regista dell'operazione di spostamento della Concordia dal Giglio a Genova, Nick Sloane, ha spiegato le diverse fasi del processo: "Per le 12 prevediamo di iniziare il viaggio verso est. La nave procederà a due nodi, ma a metà pomeriggio sarà nella rotta verso nord per dirigersi al porto di Genova. Per l'arrivo a Genova prevediamo sabato sera e l'entrata in porto domenica mattina".

"Serviranno molte ore per vederla sparire lentamente all’orizzonte", ha spiegato l’ammiraglio Stefano Tortora che rappresenterà il governo italiano a bordo del convoglio. Un sollievo per le centinaia di persone - soprattutto gigliesi - che stanno seguendo le operazioni sul molo. Un incubo che finisce dopo novecento lunghi giorni.

costa concordia infophoto2-2

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal Giglio a Genova: l'ultimo viaggio della Concordia

Today è in caricamento