rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Cronaca

Omicidio Melania Rea, Parolisi condannato a 30 anni

I giudici della Corte d'assise d'appello de L'Aquila hanno ridotto la pena di un terzo all'ex caporalmaggiore dell'Esercito accusato di aver ucciso la moglie con 35 coltellate il 18 aprile 2011

L'AQUILA - Salvatore Parolisi è stato condannato in secondo grado a trenta anni di carcere per l'omicidio della moglie Melania Rea. Così hanno deciso ieri sera i giudici della corte d'assise d'appello dell'Aquila al termine di una camera di consiglio durata circa nove ore.

"Siamo soddisfatti", ha commentato l'avvocato Mauro Gionni che assiste la famiglia Rea, spiegando che la riduzione rispetto alla sentenza d'ergastolo comminata in primo grado è dovuta all'effetto del rito abbreviato.

Non più ergastolo, quindi, ma trent'anni di reclusione per l'ex caporalmaggiore dell'Esercito accusato di aver ucciso la moglie Melania Rea con 35 coltellate il 18 aprile 2011 nel bosco di Ripe di Civitella (Teramo). 

Riconosciuto così lo sconto di pena di un terzo per aver scelto di essere giudicato, già in primo grado, con il rito abbreviato. Diminuita l'aggravante del vilipendio mentre è rimasta la crudeltà. 

A Parolisi la Corte ha inoltre deciso di togliere l'isolamento diurno. Questo, almeno, il primo commento tecnico dell'avvocato Mauro Gionni, legale della famiglia Rea

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Melania Rea, Parolisi condannato a 30 anni

Today è in caricamento