Sabato, 20 Luglio 2024
CRONACA

Agonia Schumacher: ora sta meglio, anzi no

Un ex pilota e amico di Schumi si lascia scappare che Michael non "rischia più la vita". Cauta la portavoce del tedesco che parla invece di "condizioni critiche ma stabili". Nessun bollettino medico fino a lunedì

GRENOBLE (FRANCIA) - "Michael Schumacher, in coma artificiale da sei giorni, non è più in pericolo di vita". A dirlo ai numerosi cronisti appostati ormai da diversi giorni fuori dall'ospedale di Grenoble, è stato l'ex pilota francese Philippe Streiff  (GUARDA IL VIDEO) che, nelle scorse ore, si è recato in visita da Schumi, ricoverato dal 29 dicembre a seguito del gravissimo incidente sugli sci sulle nevi di Meribel. 

La portavoce, Sabine Kehm, ha invece richiamato alla cautela: "Schumacher è ancora in condizioni critiche ma stabili". Attraverso la portavoce di Michael, anche la famiglia Schumacher ha fatto sapere che "ogni notizia sulle sue condizioni di salute che verrà dall'esterno dell'ambito familiare è da ritenersi inattendibile". Sabine Kehm ha aggiunto che non ci saranno comunicazioni ufficiali dei medici fino a lunedì.

"Non sono un medico - ha precisato Streiff parlando con i giornalisti - sto solo riferendovi quello che mi ha detto Gerard Saillant (chirurgo al fianco di Schumacher in questi giorni, ndr). E lui mi ha detto che Schumacher è ancora in gravi condizioni, ma ora per fortuna non è più in pericolo di vita".

LA TELECAMERA SUL CASCO - Intanto gli inquirenti che indagano sulle circostanze dell'incidente sciistico in cui è rimasto gravemente ferito domenica scorsa Schumacher hanno sequestrato una telecamera montata sul casco del campione di Formula Uno. Secondo fonti vicine all'inchiesta, sarebbero inoltre stati interrogati il figlio dell'ex pilota tedesco e un suo amico, che si trovavano vicino a Schumacher al momento dell'incidente.

E' stata una fonte vicina alle autorità francesi a rivelare l'esistenza di questa telecamerina, poi sequestrata per valutare se possa portare alla luce qualunque genere di indizio utile a chiarire le circostanze dell'incidente.

Schumi, il compleanno più triste: l'affetto dei tifosi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agonia Schumacher: ora sta meglio, anzi no
Today è in caricamento