rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Cronaca

Delitto Sarah Scazzi, la Cassazione conferma gli ergastoli per Sabrina e Cosima

La prima sezione penale della Cassazione ha confermato la sentenza di primo e secondo grado per la morte di Sarah Scazzi, avvenuta ad Avetrana il 26 agosto 2010. Confermata anche la condanna a otto anni per Michele Misseri

La Procura generale della Cassazione ha confermato i due ergastoli inflitti a Sabrina Misseri e Cosima Serrano per l'omicidio di Sarah Scazzi il 26 agosto 2010 ad Avetrana. Confermata anche la condanna a otto anni per Michele Misseri per la soppressione del cadavere di Sarah. La Corte ha poi ritoccato al ribasso di un anno la pena per il fratello di Michele, Carmine Misseri, riducendola a quattro anni e 11 mesi. 

Cosima e Sabrina "sono due sventurate, combatteremo fino alla fine perché è una battaglia per la giustizia. Condannarle è un enorme errore giudiziario", ha detto Roberto Borgogno, difensore di Cosima Serrano, in una dichiarzione riportata da Tgcom. Borgogno ha poi aggiunto: "Rimaniamo convinti che ci sia un colpevole, Michele Misseri, e due innocenti che stanno scontando la pena al suo posto".

Madre e figlia sono accusate di aver strangolato la ragazza, il cui corpo sarebbe poi stato nascosto da Michele Misseri, marito di Cosima e padre di Sabrina, a sua volta condannato a 8 anni per occultamento di cadavere, ma che dopo aver cambiato versione innumerevoli volte, continua ad autoaccusarsi dell'omicidio della nipote. Ad aprile 2013 la corte d'Assise di Taranto ha condannato Cosima e Sabrina all'ergastolo, verdetto confermato il 27 luglio 2015 dalla Corte d'Appello, con una sentenza in 1277 pagine, depositata solo diversi mesi dopo.

Delitto di Avetrana: Sarah Scazzi uccisa nel 2010 (@Ansa)

Il giorno della scomparsa, Sarah aveva appuntamento con un'amica per andare al mare, ma non si presentò. Il suo corpo fu fatto ritrovare in un pozzo-cisterna 42 giorni dopo proprio da Michele Misseri, colpito dal rimorso: l'uomo confessò di aver ucciso la ragazza. Una versione ritrattata poi alcuni giorni dopo, quando il contadino di Avetrana chiamò in causa sua figlia Sabrina. Misseri si è poi nuovamente dichiarato colpevole, ma le indagini avevano preso un altro corso.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Delitto Sarah Scazzi, la Cassazione conferma gli ergastoli per Sabrina e Cosima

Today è in caricamento