Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Ragusa

"Ho gettato il corpo di Loris, non merito di vivere": la confessione di Veronica Panarello

Lʼimputata, insieme agli inquirenti, ha ripercorso i momenti dellʼoccultamento del corpo del figlio: le immagini in un video inedito andato in onda a Mattino 5

"Non merito di vivere, ho buttato la cosa più cara che avevo. Fatemi dare l'ergastolo, glielo dirò io stessa al giudice perché sono un mostro". Un video inedito (visibile a questo link), realizzato da "Quarto Grado" pochi istanti dopo il ritrovamento del corpo del piccolo Loris Stival e mandato in onda stamattina da Mattino 5, mostra la disperazione di Veronica Panarello nella zona del ritrovamento del cadavere del piccolo Loris.

La donna ammette davanti agli inquirenti di aver abbandonato suo figlio.

"Quando l'ho gettato non credevo che ci fosse il vuoto perché non ho nemmeno guardato": parla così Veronica Panarello, mentre si trova al canalone con gli inquirenti. E continua, in lacrime: "Volevo solo nasconderlo dietro al muretto. Credevo non ci fosse il canalone ma che continuasse la strada. Non so davvero perché l'ho fatto".

Veronica Panarello è stata condannata in primo grado a 30 anni di carcere con l'accusa di avere ucciso, il 29 novembre 2014, il figlio Loris, di 8 anni, nella loro abitazione di Santa Croce Camerina, e di averne poi occultato il cadavere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ho gettato il corpo di Loris, non merito di vivere": la confessione di Veronica Panarello

Today è in caricamento