Venerdì, 18 Giugno 2021
Città

Bloomberg, Milano 'asfalta' Roma 6-0: "Non c'è storia tra le due città"

Corruzione, reti di mezzi pubblici, economia, disoccupazione: Roma è sotto in qualsiasi indicatore. Anche se, nel calcio, negli ultimi anni le cose non sono state troppo rosee per la Madonnina

Veduta di Milano (foto Scott Pugnetti)

Milano asfalta Roma 6-0. E non c'è un secondo set, perchè la differenza è abissale. A rinfocolare un po' la storica diatriba campanilistica italiana è Bloomberg, prestigiosa testata economica Usa, che paragona le due città in una sfida di grafici e dati.

Non c'è storia, come detto. Il primo parametro preso in considerazione è la capacità di ripresa alla crisi. Nella "più lunga recessione dalla Seconda guerra mondiale", il Lazio e Roma perdono per persona il 24,3% di pil; Milano resiste con un -8,5%.

Poi c'è la disoccupazione. A Milano s'attesta all'8%, Roma tocca l'11%. Questo tenendo conto del mostruoso "apparato pubblico" di Roma rispetto a Milano.

E, proprio parlando di pubblico, il confronto sulle connessione di mezzi è impietoso: Milano stravince sull'efficienza. Roma è estesa sette volte Milano, e ha una popolazione che è più del doppio: eppure, nel 2015 Milano raggiungerà i 100 chilometri di rete metropolitana, contro i 60 chilometri di Roma.   

Perfino sull'attrattività per turisti, a sorpresa, Milano è in testa. La città eterna ha 10 milioni di turisti stranieri all'anno, in confronto ai 7 di Milano (che ha un numero infinitamente inferiore di musei di Stato). Con l'aiuto di Expo, il numero di turisti è cresciuto a Milano del 9% in maggio e del 12% in giugno 2015. A Roma del 5%. I continui ed estenuanti problemi a Fiumicino di certo non aiutano. 

Sulla corruzione, invece, è partita equilibrata. Roma qualche mese fa ha affrontato lo scandalo (mondiale) di Mafia Capitale. Milano, con gli appalti per Expo, ha visto 15 arresti e una cinquantina di persone indagate. I numeri danno ragione alla Madonnina, ma c'è poco da rallegrarsi. 

Infine il calcio. Il palmarès di Milano e Inter, in confronto a quello di Lazio e Roma, è immensamente più fornito. Parliamo di decine di scudetti contro un numero che si conta sulle dita di una mano. Ma, si può aggiungere con onestà, le squadre milanesi viste nelle ultime stagione sono ampiamente inferiori a lupacchiotti e ad aquilotti. (Alessandro Rovellini per MilanoToday)
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bloomberg, Milano 'asfalta' Roma 6-0: "Non c'è storia tra le due città"

Today è in caricamento