rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Sanità

Stamina, arriva il protocollo: "Domani la consegna all'Istituto di Sanità"

Davide Vannoni annuncia la consegna del protocollo del metodo Stamina, superate le difficoltà con il ministero della Salute: "E' un atto di fiducia verso il governo, spero in una contro risposta altrettanto aperta e trasparente"

Dopo la doccia fredda di martedì, giorno in cui era stato lo stesso Davide Vannoni ad annunciare la probabile mancata consegna del protocollo del metodo Stamina all'Istituto Superiore di Sanità entro il tempo limite del primo agosto, in giornata è arrivata la marcia indietro. A dare la notizia, come sempre, il fondatore del metodo Stamina. 

"Domani, rispettando la data stabilita, consegneremo il protocollo del metodo Stamina standardizzato all'Istituto Superiore di Sanità". "E'un atto di fiducia verso il governo - ha sottolineato - auspico - che il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, riconsideri le nostre richieste". Chiaro il riferimento al "no" arrivato dalla Lorenzin alle rassicurazione richieste da Vannoni. 

"Stamina è l'unica speranza, fate presto"

"Ci siamo presi un impegno - ha spiegato il fondatore del metodo Stamina - e riteniamo corretto mantenerlo, anche se penso che nessuno al mondo avrebbe consegnato il Protocollo di un metodo a fronte delle condizioni di poca trasparenza poste dal ministero. Il nostro è un atto di fiducia verso il governo e di responsabilità verso i malati".

Veronesi contro Stamina: "Un errore la sperimentazione"

Vannoni ha quindi espresso un desiderio: "Spero ci sia una contro risposta altrettanto aperta e all'insegna del dialogo da parte del ministro della Salute, e l'auspicio è che il ministro, a questo proposito, riconsideri le richieste avanzate da Stamina ed alle quali si è data una risposta negativa". In particolare, ha spiegato il presidente di Stamina Foundation e ideatore del metodo, "ribadiamo l'importanza delle nostre richieste: che venga prevista la presenza di una CRO, ovvero un'organizzazione internazionale di ricerca a contratto che monitori come soggetto super partes la sperimentazione, e che un esperto da noi indicato partecipi al Comitato scientifico che presiederà alla sperimentazione stessa".

Lorenzin: "Nessuna illusione, Stamina non è una cura"

Infine, "è fondamentale dare una soluzione al problema dei malati in lista di attesa agli Spedali Civili di Brescia per ricevere le infusioni di cellule staminali col metodo Stamina. Ciò sarebbe possibile - ha concluso - abilitando un secondo ospedale alla somministrazione del metodo. Nell'attesa, non si possono lasciare i malati morire, e solo l'altro ieri  un altro bambino è deceduto mentre era in attesa dell'avvio delle infusioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stamina, arriva il protocollo: "Domani la consegna all'Istituto di Sanità"

Today è in caricamento