Giovedì, 4 Marzo 2021
Firenze

In scooter dopo aver bevuto: consigliere della Lega multato (e con il mezzo sequestrato)

Protagonista della vicenda Emanuele Cocollini vicepresidente del Consiglio comunale di Firenze, denunciato dai carabinieri per guida in stato di ebbrezza

Foto di repertorio

Multa, ritiro della patente e sequestro del mezzo: è costato caro il post-elezioni al vicepresidente del Consiglio comunale di Firenze, Emanuele Cocollini, esponente della Lega, 'beccato' dai carabinieri mentre era alla guida di uno scooter dopo aver bevuto. 

Uno spiacevole pit-stop che è avvenuto nella notte tra martedì 22 e mercoledì 23 settembre: i militari lo hanno fermato mentre era in sella del motorino per le strade di Firenze, trovandolo positivo all'alcol test. 

I militari, secondo quanto riportato da La Nazione, gli avrebbero ritirato la patente per un tasso alcolemico molto alto. Il due ruote, inoltre, è stato posto sotto sequestro. Cocollini è stato denunciato per guida in stato di ebrezza.

Il consigliere comunale, classe 1989, è stato eletto nell'assemblea cittadina alle elezioni comunali dello scorso anno, che sancirono la conferma di Dario Nardella a sindaco di Firenze.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In scooter dopo aver bevuto: consigliere della Lega multato (e con il mezzo sequestrato)

Today è in caricamento