Giovedì, 28 Gennaio 2021

"La metropolitana non è un veicolo di contagio"

Il Cts sui trasporti pubblici a Roma: gli sforzi per mantenere la capienza all'80% stanno funzionando. Però bisognerebbe potenziare i servizi per evitare affollamenti

"Gli sforzi per mantenere la capienza nei mezzi inferiore all’80% stanno funzionando. Gli unici momenti di criticità sono limitati alle ore di punta e bisogna lavorare su quelli": Sergio Iavicoli, componente del Comitato tecnico scientifico, Cts, direttore del dipartimento di epidemiologia e igiene del lavoro dell’Inail, spiega oggi al Corriere della Sera Roma che i contagi non sono sulla metropolitana anche se servirebbero più mezzi. Ma questo i romani lo sanno a prescindere dall'emergenza coronavirus. 

"La metropolitana non è un veicolo di contagio"

Secondo il Cts in ogni caso sulla metro si può stare relativamente tranquilli: "I dati ci dicono che il numero dei passeggeri della metropolitana è mediamente inferiore di oltre il 30% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno anche grazie alle misure adottate. Non vi sono evidenze sostanziali di focolai riconducibili a questi spostamenti. Ci sono tuttavia nella giornata delle criticità che potrebbero essere risolte potenziando i servizi e adottando un tipo di organizzazione per evitare affollamenti". E questo perché in linea di massima viene rispettato il limite di capienza sui mezzi: inferiore all’80%. 

Perché il passeggero dovrebbe avere meno rischi di contagio in metro, un ambiente che ristretto che facilita il contatto tra le persone a dispetto dell’obbligo di distanziamento?
«Il tempo di permanenza medio nei trasporti pubblici inferiore ai 30 minuti, l’uso della mascherina, il limite di occupazione ridotto all’80% agiscono sulla riduzione del rischio che si può considerare mediamente basso», risponde Iavicoli, precisando però che tuttavia bisognerebbe evitare le situazioni che favoriscono l’affollamento».

Ma nonostante ciò il Cts continua a raccomandare di servirsi per brevi spostamenti di mezzi alternativi (camminata, bicicletta) per lasciare libero il postoachi non può fare a meno di salire su autobus e metro.

La Lombardia a rischio e i contagi raddoppiati a Milano

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La metropolitana non è un veicolo di contagio"

Today è in caricamento