Domenica, 9 Maggio 2021
"Mio nonno deceduto nel 1991" / Verona

Convocato per il vaccino anti Covid ma è morto da 30 anni

Il caso a Bussolengo, nel veronese. Il nipote su Facebook: “ La campagna vaccinale italiana stavolta è davvero partita a spron battuto….”

Il 29 marzo il signor Omero Bassi dovrebbe recarsi alle 11.01 all’ex Bocciodromo di Bussolengo (Verona) per ricevere il vaccino antiCovid. La Ussl 9 Scaligera lo ha convocato per la somministrazione, con una lettera nella quale si ricorda che il vaccino “è il mezzo più efficace e sicuro per prevenire la malattia” e le indicazioni per arrivare preparato all’appuntamento: l’obbligo di indossare la mascherina, il consiglio di indossare abiti comodo per esporre facilmente la parte superiore del braccio, i documenti da portare con sé e soprattutto la raccomandazione di rispettare l’orario indicato. Peccato però che il signor Bassi sia morto da trent’anni.

Lo convocano per il vaccino ma è morto da 30 anni: la denuncia su Facebook

“La campagna vaccinale italiana stavolta è davvero partita a spron battuto.... Hanno persino convocato il mio caro nonno Omero......Morto nel 1991, più o meno trent'anni fa! Che non sia il caso di dare una sistematina alle anagrafi, che dite?”, è il commento amaro su Facebook del nipote di Omero Bassi, Andrea, ex consigliere regionale ed ora assessore all’edilizia privata del Comune di Verona. Al di là della sorpresa, Bassi ha poi invitato tutti coloro che dovessero trovarsi nella stessa situazione a segnalare la cosa per tempo, per non sprecare la dosa prevista.

“Scherzi a parte, se dovesse accadere a qualcun altro, mi raccomando, avvisate subito l'Ulss in modo che l'appuntamento possa essere dato a qualcun altro e la dose possa essere inoculata comunque”, ha scritto.  

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Convocato per il vaccino anti Covid ma è morto da 30 anni

Today è in caricamento