Sabato, 25 Settembre 2021
Caso Corona

Corona, dramma senza fine: "Ha seri problemi psichiatrici"

La disperazione di sua mamma Gabriella: "Sta male, ha seri problemi. Ho paura che si perda". E lui dal carcere: "Qui divento psicotico". I legali, con una perizia medica, chiedono la scarcerazione

ROMA - Una spirale negativa senza fine e senza via d'uscita. Un tunnel buio alla fine del quale non c'è ancora luce. Ogni condanna - e non sono state poche - un nuovo colpo all'umore. Ogni sentenza negativa - e neanche queste sono state poche - un nuovo crollo psichico e fisico. E' al limite della sopportazione Fabrizio Corona. L'ex re dei paparazzi, che è da due anni in cella e deve scontare ancora sei anni e otto mesi di carcere per una serie di reati, ha chiesto di ottenere la detenzione domiciliare - i giudici decidono giovedì - per espiare a casa o in una comunità di trattamento il resto della pena. Non vuole più stare in cella. Non può più stare in cella, ha stabilito una perizia medica. 

I risultati delle indagini mediche sono stati depositati in Tribunale dai suoi legali, gli avvocati Ivano Chiesa e Antonella Calcaterra, e sono firmati anche dal dottor Riccardo Pettorossi, specialista in psichiatria dell’Istituto di medicina legale dell’Università di Milano. I problemi di Corona, sostengono i suoi avvocati e il dottore, nascono dagli anni fuori dal carcere: quelli della bella vita e delle "coronate". Ma è in carcere che quegli stessi problemi stanno peggiorando e diventando gravi. 

L'ex re dei paparazzi, scrive Pettorossi nella sua cartella clinica, ha una personalità "narcisistica" e "borderline". Il primo disturbo lo fa sentire superiore alle altre persone dalle quali ha bisogno di essere ammirato e per le quali non ha quasi alcuna sensibilità. Il secondo gli fa provare emozioni eccessive e variabili. Una situazione amplificata dal carcere, che nei pochi metri della sua cella gli causerebbe disturbi d’ansia con attacchi di panico e depressione. Tutti elementi che, sottolinea il perito, sono stati delineati anche dai medici di Opera che hanno già sottoposto Fabrizio Corona a trattamenti specifici. 

Il crollo vero Corona lo ha accusato ad agosto scorso, quando i giudici hanno detto no ai domiciliari. Da quel momento Fabrizio ha cominciato a non uscire più dalla sua cella, a chiudersi in se stesso, a interrompere perfino gli esercizi in palestra. I medici hanno deciso da allora che deve essere tenuto sotto controllo a vista dalla polizia penitenziaria in regime di "grande sorveglianza", quello - racconta il Corriere della Sera - riservato a chi rischia di suicidarsi, prescrivendogli anche farmaci "antipsicotici" e trattamenti psicologici che sono ancora in corso e che hanno migliorato leggermente le sue condizioni.

Lui, e i suoi avvocati, però insistono. "Rischio di diventare psicotico", urla Fabrizio dalla cella. E sua mamma Gabriella vede i fantasmi diventare sempre più reali. "Sta male, mio figlio soffre di seri problemi psichiatrici - ha detto giovedì mattina al Corsera - Ho paura che possa perdersi del tutto". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corona, dramma senza fine: "Ha seri problemi psichiatrici"

Today è in caricamento