Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Italia

Coronavirus, il contagio non si ferma: il bollettino di lunedì 9 marzo 2020

Coronavirus, 1598 nuovi casi di covid-19 in Italia: nelle ultime 24 ore sono morte 97 persone. Ecco i dati provincia per provincia. L'Organizzazione mondiale della Sanità: "Degli 80mila casi di Covid-19 in Cina, oltre il 70% è guarito ed è stato dimesso"

Blocchi stradali a Milano 09 Marzo 2020. FOTO ANSA / Andrea Fasani

Coronavirus, la situazione non è buona. Lo afferma Walter Ricciardi, componente italiano del comitato esecutivo dell'Oms e consulente del ministro della Salute in base ai dati pubblicati dalla protezione civile: "Abbiamo un aumento di casi e decessi, e questo mostra una situazione in deterioramento".

"Credo che domani dovremo iniziare a pensare ad una intensificazione delle misure per contenere Covid-19".

"Nella vecchia zona rossa - spiega Ricciardi all'adnkronos - le misure di contenimento sembrano aver funzionato. Adesso però l'Italia intera si trova in una situazione analoga a quella di Wuhan prima della chiusura della città. 

Coronavirus, tutta Italia diventa "zona protetta": spostamenti vietati se non per necessità

Coronavirus, il bollettino della protezione civile

Il nuovo bollettino della protezione civile registra il peggioramento dell'epidemia di coronavirus in Italia. La situazione alle 18:00 del 9 marzo 2020 conta 1598 nuovi casi che porta il conto degli italiani attualmente positivi al coronavirus a 7985 persone di cui 733 ricoverati in terapia intensiva più altri 4316 ospedalizzati con sintomi: si tratta di 5049 degenti totali. 2936 si trovano invece in isolamento domiciliare.

Sono invece 102 i pazienti guariti nelle ultime 24 ore, che porta il totale dei guariti a 724, ieri erano 622.

I pazienti deceduti sono 463 (ieri erano 366) su un totale di 9172 casi contagiati totali (ieri erano 7375). "La maggior parte dei decessi riguarda persone fragili o con diverse patologie" ha detto il commissario straordinario per l'emergenza Coronavirus Angelo Borrelli: l'1% delle vittime è nella fascia di età tra 50 e 59 anni, il 10% nella fascia di età tra 60 e 69 anni, 31% nella fascia di età tra 70 e 79, il 49 % nella fascia di età tra 80 e 89 anni e il 14% ultra 90enni.

Se l'età media dei pazienti in condizioni critiche è piuttosto elevata, come spiega Giovanni Rezza, direttore del Dipartimento di malattie infettive dell'Istituto superiore sanità, è anche vero che se si dovessero privilegiare i giovani per la terapia intensiva, l'età media dei pazienti potrebbe abbassarsi. "Visto che sappiamo che al di sopra di una certa età il ricorso alla terapia intensiva non ha un effetto salvavita, ma - prosegue Rezza - ora non è così".

Coronavirus Italia: 9.172 casi positivi, 724 guariti, 463 morti

coronavirus italia-4

"Con azioni decisive e precoci, possiamo rallentare il coronavirus e prevenire le infezioni. Tra gli infetti, la maggioranza guarirà". Lo ha detto il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della Sanità Tedros Adhanom Ghebreyesus, in conferenza stampa a Ginevra. "Degli 80mila casi di Covid-19 in Cina, oltre il 70% è guarito ed è stato dimesso". Per l'Oms tuttavia non si tratta ancora di pandemia: il 93% dei casi nel mondo arriva da 4 Paesi, tra cui purtroppo l'Italia. 

Intanto la protezione civile in Italia sta consegnando 325 ventilatori respiratori destinati alle terapie intensive e subintensive: 90 andranno in Lombardia, 56 in Piemonte, 174 in Emilia Romagna e 5 in Liguria.

Coronavirus, i casi in Italia provincia per provincia

  • Lombardia: 5.469 (attuali: 4.490)

Bergamo 1245 Lodi 928 Cremona 916 in fase di verifica e aggiornamento 516 Pavia 296 Brescia 739 Milano 506 Monza Brianza 64 Mantova 102 Varese 44 Sondrio 7 Como 40 Lecco 66

  • Emilia Romagna: 1.386 (attuali: 1.286)

Piacenza 602 Parma 279 Modena 116 Rimini 164 Reggio Emilia 103 Bologna 80 Ravenna 19 Forlì Cesena 16 Ferrara 7

  • Veneto: 744 (attuali: 694)

Padova 273 Treviso 136 Venezia 130 Verona 73 in fase di verifica e aggiornamento 43; Vicenza 53 Belluno 29 Rovigo 7

  • Piemonte: 350 (attuali: 337)

Torino 87 Novara 14 Asti 58 Vercelli 11 Alessandria 63 Verbano-Cusio-Ossola 11 BIELLA 18 CUNEO 11 in fase di verifica e aggiornamento 77

  • Marche: 323 (attuali: 313)

Pesaro 246 Ancona 63 Macerata 9 Fermo 5

  • Toscana: 208 (attuali: 206)

Firenze 51 Siena 29 Massa Carrara 28 Pistoia 16 Lucca 31 Arezzo 12 Pisa 20 Livorno 10 Prato 5 Grosseto 6

  • Campania: 120 (attuali: 119)

Napoli 55 Salerno 17 Caserta 32 Avellino 3 Benevento 4 In aggiornamento 9

  • Lazio: 102 (attuali: 94)

Roma 91 Frosinone 2 Viterbo 2 Latina 6 Lazio in aggiornamento 1

  • Liguria: 109 (attuali: 97)

Savona 35 Imperia 11 Genova 38 La Spezia 15 in fase di aggiornamento 10

  • Friuli V. G. : 93 (attuali: 89)

Trieste 25 Gorizia 6 Udine 24 Pordenone 2 Friuli in aggiornamento 36

  • Sicilia: 54 (attuali: 52)

Palermo 6 Enna Catania 23 Ragusa 1 Agrigento 1 Messina 2 Siracusa 2 in fase di aggiornamento 19

  • Puglia: 50 (attuali: 46)

Taranto 3 Bari 6 Brindisi 5 Bat 3 Lecce 10 Foggia 23

  • Umbria: 28 (attuali: 28)

Perugia 12 Terni 16

  • Abruzzo: 30 (attuali: 30)

Teramo 4 Pescara 14 L'aquila 5 Chieti 7

  • Molise: 14 (attuali: 14)

Campobasso 14

  • Sardegna: 19 (attuali: 19)

Cagliari 14 Nuoro 3 Oristano 1 Sassari 1

  • Calabria: 11 (attuali: 9)

Cosenza 4 Reggio Calabria 2 Catanzaro 3 Vibo Valentia 2

  • Basilicata: (attuali: 5)

Potenza 2 Matera 3

  • Bolzano: (attuali: 9)
  • Trento: 33 (attuali: 33)
  • Valle d'Aosta: 15 (attuali: 15)

Guardiamo ora nello specifico i dati più preoccupanti che arrivano dalle cosiddette "zone rosse".

Coronavirus, i casi in Lombardia

Secondo gli ultimi dati diffusi dalla Regione sono in Lombardia i contagiati sono 5.469, dato cresciuto di ben 1.280 unità. Nella città metropolitana di Milano i casi registrati sono 506, 100 in più in 24 ore.

Preoccupano il numero delle persone ricoverate in terapia intensiva che hanno raggiungono quota 440, 41 in più rispetto solo a ieri.

"Il 33% delle persone che si trova in terapia intensiva ha tra i 50 e i 64 anni, sono persone in forma che non hanno un fisico debilitato" ma che a causa del Coronavirus e dei problemi polmonari che provoca vanno "intubati" e portati in terapia intensiva per "due-tre settimane o comunque per un lungo periodo".

Lo spiega l'assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera richiamando ancora una volta i cittadini a comportamenti "responsabili" per ridurre il contagio e per smettere di pensare il Covid-19 come un virus che colpisce "solo gli anziani".

Gli ospedalizzati sono complessivamente 2.802, anche in questo caso in crescita di 585, mentre i dimessi sono stati 646. 

Sale a 333 il numero dei morti in Lombardia per coronavirus, di cui 66 nelle ultime 24 ore.

Coronavirus, i casi in Emilia Romagna

Sempre secondo quanto comunica la Regione, in Emilia-Romagna sono complessivamente 1.386 i casi di positività al Coronavirus, 206 in più rispetto all'aggiornamento di ieri pomeriggio. Complessivamente ci sono 601 persone in isolamento a casa, perché con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o prive di sintomi; quelle ricoverate in terapia intensiva sono invece 90 (15 in più rispetto a ieri). E salgono a 30 (ieri erano 27) le guarigioni. Purtroppo, però, crescono anche i decessi, passati da 56 a 70.

In dettaglio, questi sul territorio i casi di positività, che si riferiscono sempre non alla provincia di residenza ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: Piacenza 602 (74 in più rispetto a ieri), Parma 279 (3 in più), 164 Rimini (51 in più), Modena 116 (19 in più), Reggio Emilia 103 (33 in più), Bologna 80, di cui 35 del circondario imolese (complessivamente 18in più, di cui 8 del circondario imolese), Forlì-Cesena 16 (di cui 11 Forlì e 5 Cesena, complessivamente 1 in più relativo a Forlì), Ravenna 19 (6 in più), Ferrara 7 (1 in più rispetto a ieri).

Coronavirus, i casi in Veneto

In Veneto alle 17 di oggi sono stati registrati 771 casi positivi al coronavirus, più 27 casi rispetto alla rilevazione di questa mattina alle ore 7.30. Di questi 203 sono ricoverati, 61 dei quali in terapia intensiva; dal 21 febbraio 37 sono stati dimessi dalle strutture ospedaliere e 21 deceduti. A Padova il maggior numero di casi con 186 positivi, seguita da Venezia 145, Treviso con 142 casi.

Coronavirus: salgono a 97 i casi positivi nel Lazio, 13 in più nelle ultime 24 ore

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il contagio non si ferma: il bollettino di lunedì 9 marzo 2020

Today è in caricamento