Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Tutto chiuso per Coronavirus? Studenti organizzano una festa in casa: finisce malissimo

Sono 20 le persone denunciate dagli agenti di polizia che dopo una segnalazione si sono trovati davanti ad una festa universitaria in piena regola organizzata in una casa di Bologna. Uno degli oltre 150mila controlli eseguiti nelle ultime 24 ore: 7mila i denunciati

Avevano organizzato una festa in casa, violando le prescrizioni del decreto della presidenza del Consiglio dei ministri sulle misure emergenziali per il coronavirus. Così, 20 persone sono state denunciate dalla polizia di Bologna per inosservanza dei provvedimenti dell'autorità. Ad avvisare le forze dell'ordine è stata una segnalazione, arrivata attorno alle 22.30: quando gli agenti sono arrivati sul posto, un appartamento in via Filopanti, zona universitaria, hanno identificato i partecipanti, un gruppo di studenti della Johns Hopkins University, per i quali poi è scattata la denuncia.

Sono oltre 150mila i controlli sul rispetto delle misure di contenimento del Coronavirus eseguiti dalle forze dell'ordine. E' quanto emerge dai dati provvisori pubblicati sul sito del Viminale relativi alla giornata di ieri. Oltre 7mila le persone denunciate: 6.942 per la violazione dell'articolo 650 del codice penale e 276 per aver dichiarato il falso ai controlli. Ammontano invece a 83mila i negozi controllati. Le denunce in questo caso sono scattate per 239 titolari di esercizi commerciali.

coronavirus controlli-2

Ricordiamo che

a questo link si può compilare e stampare il modulo di autocertificazione necessario per giustificare tutti gli spostamenti da casa. 

Tra i denunciati dalla guardia di finanza anche un ambulante abusivo di Cardito (NA) che, insieme a tre collaboratori, aveva apprestato un punto vendita di carciofi arrostiti lungo una strada nel comune di Orta di Atella. Oltre alla sanzione penale per il mancato rispetto del decreto coronavirus ( in quanto l'attività veniva svolta in modo da creare assembramento di persone), i militari hanno sequestrato l`intera struttura.

Sempre la Gdf ha sequestrato più di 1.600 mascherine nel corso di diversi controlli volti a scongiurare episodi di frode legati alla vendita di dispositivi non sicuri, perfino realizzati artigianalmente con materiale assolutamente inidoneo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutto chiuso per Coronavirus? Studenti organizzano una festa in casa: finisce malissimo

Today è in caricamento