Venerdì, 23 Aprile 2021
Modena

Spara con la scacciacani al dipendente che rifiutava il tampone

I carabinieri hanno denunciato in stato di libertà un cittadino cinese di 38 anni che aveva intimorito con una pistola a salve un proprio dipendente che non aveva prestato il consenso ad eseguire il tampone per il Coronavirus

I carabinieri di Concordia sulla Secchia in provincia di Modena, hanno denunciato in stato di libertà un cittadino cinese di 38 anni perché poco prima, nella ditta di cui è amministratore unico, aveva esploso un colpo a salve con una pistola scacciacani.

L'imprenditore avrebbe infatti esploso il colpo della scacciacani per intimorire un suo dipendente perché non aveva prestato il consenso ad eseguire il tampone per il Covid 19, prima di rientrare in servizio.

Il lavoratore, di nazionalità afghana, ha chiamato i Carabinieri mentre l'imprenditore,  dopo aver capito di aver passato il segno, ha gettato l'arma in un fosso. La pistola a salve è stato recuperata e sequestrata dai militari. L'uomo dovrà rispondere di minaccia aggravata.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spara con la scacciacani al dipendente che rifiutava il tampone

Today è in caricamento