rotate-mobile
Martedì, 20 Febbraio 2024
Cronaca Potenza

Coronavirus, morto Donato Sabia: fu olimpionico di atletica

Sabia aveva 56 anni, era ricoverato in terapia intensiva a Potenza dopo essere risultato positivo al coronavirus. La Fidal: “Atleta di talento straordinario, ma soprattutto persona d’animo gentile”

Sport in lutto. È morto Donato Sabia, ex mezzofondista azzurro, deceduto nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Potenza dove era stato ricoverato perché positivo al coronavirus. Aveva 56 anni. Appena pochi giorni fa era morto anche il padre, anche lui a causa del coronavirus.

Due volte finalista olimpico degli 800 metri piani, a Los Angeles 1984 e a Seul 1988, Sabia vinse l’oro agli Europei indoor di Goteborg, negli 800, nel 1984. Era presidente del comitato regionale della Basilicata della Fidal, Federazione Italiana di Atletica Leggera.

Il presidente della Fidal Alfio Giomi, il presidente onorario Gianni Gola, il Consiglio federale, a nome di tutta l’Atletica Italiana, hanno espresso profondo cordoglio per la morte di Sabia, stringendosi idealmente ai familiari. “Una tragedia nella tragedia – le parole del presidente Giomi – Donato era una persona a cui non potevi non voler bene”.

In una nota la Fidal definisce Sabia “atleta di talento straordinario, ma soprattutto persona d’animo gentile”.

donato sabia ansa 2-2

(Donato Sabia in una foto di repertorio Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, morto Donato Sabia: fu olimpionico di atletica

Today è in caricamento