Coronavirus, altri 14 positivi dal Bangladesh: otto dello stesso nucleo familiare

Salgono a 98 i casi di importazione dal Paese Asiatico registrati a Roma. La Regione Lazio: "Dalla comunità bengalese c'è la massima collaborazione"

Persone appartenenti alla comunità del Bangladesh in fila per effettuare il tampone presso il presidio Santa Caterina delle Rose della ASL Roma 2, Roma, 8 luglio 2020. ANSA/FABIO FRUSTACI

Coronavirus: a Roma ci sono 14 nuovi casi di cittadini del Bangladesh risultati positivi al tampone. A comunicarlo è l'Unità di crisi Covid-19 della Regione Lazio, guidata da Alessio D'Amato. Salgono così a 98 i casi di importazione dal Paese Asiatico registrati nelle Capitale. Dei 14 nuovi casi, 8 sono inerenti ad un unico nucleo familiare.

"Sui 200 ulteriori tamponi processati - si legge nella nota dell'Unità di Crisi - la Asl Roma 2 ha comunicato che vi sono 14 casi positivi riferibili a contatti con persone rientrate con voli da Dacca (Bangladesh). I positivi sono stati tutti posti in isolamento e stanno bene. Questo dato conferma l'importanza dell'azione messa in campo per rintracciare tutti i contatti di coloro che sono rientrati dal Bangladesh".

I primi 270 tamponi effettuati al drive-in della Asl Roma 2 ai componenti della Comunità del Bangladesh erano risultati tutti negativi. Ciò nonostante l'allerta resta alta. 

"E' importante - spiega la Regione Lazio - la collaborazione che sta mostrando la comunità bengalese di Roma e l'Ambasciata in Italia che sta dando la massima collaborazione. Verrà intensificata nelle prossime ore l'attività dei drive-in: oltre a quello del Santa Caterina delle Rose sono già operativi anche quello in via degli Eucalipti e quello in piazza della Marranella". 

Coronavirus Roma, 5 positivi al tampone sull'aereo arrivato ieri dal Qatar

E' di questa mattina la notizia che 5 passeggeri dei 97 autorizzati ieri a sbarcare a Fiumicino del volo della Qatar Airways sono risultati positivi al coronavirus. 

Il volo era atterrato a Fiumicino alle 15 di ieri come da programma. Sull'aereo erano presenti 135 bengalesi che si erano organizzati per aggirare l'embargo facendo scalo in un altro aeroporto, dopo essere partiti dal Pakistan. L'obiettivo era quello di eludere il provvedimento con il quale il ministro della Salute Roberto Speranza ha sospeso per una settimana i voli - diretti e indiretti - da Dacca. 

I cittadini del Bangladesh, in seguito al provvedimento di respingimento alla frontiera per motivi sanitari eseguito dalla Polaria, sono stati trattenuti in aereo fino alle 16, quando il volo è ripartito verso casa, mentre le persone di altra nazionalità - in tutto 97 - sono state fatte sbarcare e tenuta in quarantena. Tra questi ben cinque sono risultate positivi al coronavirus. Un dato che ovviamente preoccupa le autorità.

Shah Selim: "Siamo molto preoccupati"

"Siamo molto preoccupati''. Ad affermarlo in un'intervista rilasciata all'Adnkronos è il rappresentante della comunità bengalese di Padova, Shah Selim, referente del Bangladesh Islamic cultural center nel commentare il presunto business di certificati medici falsi a Dacca ed il divieto di sbarco a Roma e Milano dei passeggeri bengalesi in volo dal Qatar. ''La nostra comunità - spiega Shah Selim - sta vivendo ore di profonda apprensione. Le false dichiarazioni presentate per arrivare in Italia ed i contagi rilevati tra i nostri concittadini hanno allarmato tutti noi. Durante i momenti di preghiera in moschea stiamo adottando misure sempre più restrittive ampliando i margini di distanziamento tra i fedeli. Ovviamente misuriamo la febbre a tutti coloro che entrano. In più invitiamo tutti i cittadini del Bangladesh che arrivano in Italia, sensibilizzandoli con continue comunicazioni, a stare in isolamento domiciliare per i primi 14 giorni senza uscire di casa''.

Coronavirus, la situazione dei contagi a Roma

Nel Lazio sono stati registrati 28 casi (il doppio di ieri) di cui 22 di importazione (pari al 78% dei casi totali) "e di questi - ha spiegato la Regione - 18 hanno un link con voli di rientro dal Bangladesh già attenzionati. Un altro caso proviene dalle Canarie, uno ha un link con il Brasile e uno di rientro da una visita familiare a Milano".

"Ci aspettiamo nella valutazione settimanale un valore RT ancora di poco superiore a 1 a causa dei focolai di importazione", spiega la Regione. Intanto "prosegue la straordinaria affluenza ai drive-in della Asl Roma 2 a disposizione della Comunità del Bangladesh a Roma per effettuare i tamponi".

Nella Asl Roma 2 dei 15 casi odierni sono 14 i positivi riferiti all’esito dei tamponi sulla Comunità del Bangladesh richiamati al drive-in con link con voli internazionali da Dacca già attenzionati e di questi 8 fanno riferimento ad un unico nucleo familiare.

Nella Asl Roma 3 dei cinque casi odierni uno è un uomo residente alle Canarie ora ricoverato allo Spallanzani. Due casi sono riferiti a persone di nazionalità del Bangladesh che hanno un link correlabile con i voli internazionali provenienti da Dacca già attenzionati.

Un ulteriore caso positivo riguarda un uomo individuato al test sierologico. Infine per quanto riguarda le province sono stati registrati quattro nuovi casi nella Asl di Latina si tratta di un uomo di rientro da una visita familiare a Milano per il quale è stata avviata l’indagine epidemiologica, una caso di una donna in accesso al pronto soccorso. Un caso riguarda una bambina di 9 anni, è un link familiare al caso di rientro dal Brasile. Rieti si conferma COVID Free, mentre a Frosinone rimane un solo caso in isolamento. Nelle ultime 24h si registra un decesso.

Boccia: "Non daremo mai ad altri degli untori"

Sul caso dei focolaio tra la comunità bengalese è intervenuto oggi anche il ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia: "Il ministro Speranza ha bloccato i voli dal Bangladesh dopo 24 ore e continueremo a farlo per tutti i Paesi non in sicurezza, ma non daremo mai agli altri degli untori. Non faremo quello che è stato fatto a noi". 

Coronavirus, in Bangladesh 3307 nuovi casi

Aumenta il bilancio delle vittime da coronavirus in Bangladesh, con 41 nuovi decessi nelle ultime 24 ore, per un totale di 2.238 morti ufficiali. Tra mercoledì e giovedì, secondo i dati delle autorità sanitarie riportati dal Dhaka Tribune, sono stati registrati 3.307 nuovi casi di contagio, per un totale di 175.494 casi confermati dall'inizio della pandemia.

Coronavirus, i contagiati nel mondo: grafico

8.7.M2 MONDO TOT. CONTGIATI x PAESE-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Grafico Salvatore Sonni

Coronavirus, il bollettino di oggi giovedì 9 luglio 2020: la mappa dei focolai 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva il caldo, quello vero: allerta in 10 città ma il weekend subirà un'irruzione atlantica

  • Angelica Donati, figlia di Milly Carlucci, ottiene una carica istituzionale da record

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 1 agosto 2020

  • Giro d'Italia 2020, tutte le tappe: altimetria, calendario e percorso

  • Elezioni regionali 2020: tutti gli ultimi sondaggi e le ultime notizie

  • Uomini e Donne, l'ex tronista Ludovica Valli: "Sto male, analisi costanti ma mi fido dei medici"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento