Giovedì, 15 Aprile 2021
Milano

Giorgio e Fatima, novelli ‘Renzo e Lucia’: dopo mesi di rinvii, l’atteso sì in piena emergenza coronavirus

I due giovani, infermiere lui e operatrice socio-sanitaria lei, si sono sposati lunedì 20 aprile al Comune di Garbagnate, dopo due mesi di rinvii e attese

Gli amici li hanno soprannominati “i nuovi Renzo e Lucia”, perché come i due protagonisti de I promessi sposi si sono uniti in matrimonio nel milanese durante la “peste” del nuovo millennio, l’epidemia da Covid-19. E come Renzo e Lucia anche il matrimonio tra Giorgio e Fatima - infermiere lui, operatrice socio-sanitaria lei - è arrivato dopo mesi di ritardi e difficoltà. La cerimonia è avvenuta ieri presso il Comune di Garbagnate, quasi due mesi dopo. Il grande giorno per Giorgio e Fatima sarebbe infatti dovuto essere il 27 febbraio, coinciso però con i primi giorni di diffusione del coronavirus in Lombardia. 

“Abbiamo subito riprogrammato il matrimonio mercoledì 11 marzo, ma ovviamente, a seguito dei successivi decreti restrittivi del governo, la cerimonia è stata proprio annullata”, racconta a MilanoToday Giorgio, infermiere presso il reparto di Chirurgia d’Urgenza dell’Ospedale di Rho. “Abbiamo compreso la situazione e mentalmente abbiamo aspettato il 3 aprile - la data indicata originariamente come primo termine del lockdown - contattando già a fine marzo il Comune di Garbagnate”. 

Giorgio e Fatima, novelli 'Renzo e Lucia" ai tempi del coronavirus

Per Fatima e Carlo il matrimonio rappresentava anche la soluzione di un aspetto pratico molto importante. “Mia moglie Fatima ogni sera alla fine dei turni percorreva più di 30 km per tornare a Locate Varesino (in provincia di Como), dove abitava: per questioni religiose, infatti, non poteva convivere prima del matrimonio, e spesso rischiava di essere fermata per i controlli. Abbiamo sottolineato proprio questo aspetto di urgenza al Comune, che a quel punto ci ha concesso il permesso”, ha spiegato Giorgio.

Finalmente il 20 aprile i novelli ‘Renzo e Lucia’ hanno potuto coronare il loro sogno d’amore. La cerimonia, celebrata dal dottor Cantaluppi dell’Ufficio Amministrazione, è stata allestita nel Comune di Garbagnate seguendo tutte le precauzioni per quanto riguarda distanziamento e dispositivi di protezione, alla presenza di due testimoni, “uno a testa, tutti con la mascherina, in totale eravamo in cinque”. Nessun brindisi, perché la notte stessa Fatima ha dovuto lavorare in ospedale. “Ma eravamo felici, non ci sembrava vero”.

Giorgio e Fatima si sono conosciuti lavorando insieme. “Due anni fa io e Fatima lavoravamo insieme, iniziavamo a provare un interesse reciproco, ci scambiavamo molti sguardi e qualche sorriso". Un giorno un'anziana paziente, malata di Alzheimer, disse ai due che insieme facevano proprio una bella coppia e che prima o poi si sarebbero dovuti sposare. Cosa che alla fine è affettivamente avvenuta. Oggi Giorgio e Fatima sono sposati, in un periodo storico che nessuno dimenticherà e nel corso di una cerimonia che sicuramente non è stata come quella che avrebbero desiderato ma altrettanto emozionante.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giorgio e Fatima, novelli ‘Renzo e Lucia’: dopo mesi di rinvii, l’atteso sì in piena emergenza coronavirus

Today è in caricamento