Coronavirus, follia in ospedale: sputa ai sanitari mentre è in fila per il tampone

Una persona con la febbre, spazientita dall'attesa per il test, ha iniziato a sputare contro un medico e un infermiere che cercavano di placare gli animi. E' successo nell'ospedale Cotugno di Napoli

Foto di repertorio

Una persona con evidenti sintomi febbrili, che si trovava in fila per sottoporsi al tampone per il nuovo coronavirus, ha perso la pazienza, sputando addosso ad un medico ed un infermiere che stavano cercando di calmarla. 

Un atto a dir poco deplorevole, denunciato dal direttore generale dell'ospedale Cotugno di Napoli Maurizio Di Mauro: "Ho perso un medico e un infermiere validissimi che adesso devono state in isolamento e non possono dare, come hanno fatto finora il loro prezioso contributo. Sputare addosso a una persona quando si hanno, in un momento come questo, sintomatologie e febbre, equivale a sparare, non c'è differenza". 

I fatti sono avvenuti nella giornata di martedì 10 marzo nell'ospedale napoletano: "Sono indignato - prosegue Di Mauro - ci sono ragazzi che stanno dando l'anima, anche di 23 e 24 anni nella battaglia contro il Coronavirus".

Coronavirus, sequestro flaconi illegali per igienizzare le mani

Intanto, sempre in Campania, i Carabinieri della Stazione di San Vitaliano e dai Forestali della Stazione di Marigliano a Scisciano hanno sequestrato del materiale prodotto e stoccato in un laboratorio abusivo: cisterne stracolme di detersivi e 5000 flaconi di liquido per sanificare le mani, pronti per la rivendita. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus emergenza sangue in Campania

Dopo l'accorato appello di Vincenzo De Luca di ieri sera in diretta a Carta Bianca sulla carenza di donazioni di sangue, anche Michele Vacca, responsabile regionale del centro sangue dell'ospedale Cardarelli di Napoli, questa mattina, ha precisato a tal riguardo: "L'emergenza epidemiologica del coronavirus sta avendo un effetto collaterale grave: il mancato spostamento delle persone sta causando una carenza gravissima di sangue. Non c'è nessun rischio per donare il sangue. Ne abbiamo disperatamente bisogno in questo momento, perché ci son tanti pazienti che sopravvivono grazie al sangue. I generosissimi cittadini campani devono fare uno sforzo. E' possibile donare il sangue in tutti gli ospedali della Regione. Stiamo dando la possibilità a tutti di poter accedere alle informazioni per poter donare il sangue: è fondamentale. Queste persone non possono permettersi di ammalarsi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonus ristrutturazione al 110%, dalle seconde case agli infissi: cosa prevede il decreto

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 26 maggio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 23 maggio 2020

  • Pensioni di giugno, il pagamento arriva in anticipo (ma non per tutti)

  • Ritrovano il figlio rapito 32 anni fa: la gioia incontenibile dei genitori

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 21 maggio 2020

Torna su
Today è in caricamento