rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

Prostituzione minorile, Corrado Fumagalli condannato anche in appello

Nessuno sconto per il presentatore televisivo di trasmissioni hot

E' stata confermata dalla Corte d’Assise d’Appello di Brescia la condanna a due anni (con pena sospesa) per il presentatore Corrado Fumagalli, volto noto delle televisioni locali lombarde per alcuni show erotici, accusato di prostituzione minorile. Fumagalli era finito agli arresti domiciliari nel febbraio 2016 nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Brescia che aveva scoperto un giro di ragazzini minorenni che si prostituivano in cambio di pochi soldi, ricariche telefoniche e pranzi.

"Seppur consapevoli che la pena così erogata è il minimo per il reato contestato, rimane in noi la voglia di dimostrare che Fumagalli era convinto che i ragazzi coinvolti fossero maggiorenni", ha detto l’avvocato del presentatore tv, Benedetto Maria Bonomo, commentando la condanna.

Fumagalli si è sempre difeso dicendo che pensava che i ragazzi da lui frequentati fossero maggiorenni: "Vedi un ragazzo con un cellulare da 900 euro, come puoi pensare che sia minorenne? Credevo fossero entrambi maggiorenni, lo dirò anche in appello", aveva detto in una intervista rilasciata al Corriere della Sera dopo la condanna di primo grado.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prostituzione minorile, Corrado Fumagalli condannato anche in appello

Today è in caricamento