rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
41 bis / Milano

Alfredo Cospito torna in ospedale

L'anarchico in sciopero della fame aveva sospeso gli integratori dopo che la Cassazione aveva respinto la sua richiesta di revoca del carcere duro

Si sono di nuovo aggravate le condizioni di salute di Alfredo Cospito, l'anarchico detenuto a Opera in sciopero della fame dal 20 ottobre 2022 per protestare contro la misura del 41bis (carcere duro) a lui applicata. L'uomo, su indicazioni dei medici del carcere milanese, è tornato nel reparto di medicina penitenziaria del San Paolo.

Di recente la Cassazione aveva respinto la richiesta di revoca del 41bis. Di conseguenza l'anarchico aveva sospeso gli integratori. Già in precedenza, poco dopo il trasferimento a Opera dal carcere di Sassari, Cospito era stato trasferito al San Paolo, per poi essere dimesso il 27 febbraio.

Pochi giorni fa era stata resa pubblica una sua lettera di gennaio in cui l'uomo si dichiarava "pronto a morire" perché "il 41bis non è vita" e rifiutava di essere strumentalizzato e martirizzato. E dall'Onu era arrivata una prescrizione allo Stato italiano con l'invito a rispettare gli standard di detenzione compatibili con i diritti umani.

"Cospito leader di nessuno": anarchici, chi sono e dove vanno 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alfredo Cospito torna in ospedale

Today è in caricamento